Racket delle estorsioni: i Carabinieri arrestano quattro rosolinesi

8369
- Pubblicità -

Almeno una decina di estorsioni consumate e tentate ai danni di imprenditori e commercianti sono state scoperte dai Carabinieri della Compagnia di Noto in collaborazione con la Stazione dei Carabinieri di Rosolini, che, al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Siracusa, hanno eseguito misure cautelari a carico di quattro pregiudicati della zona. Sono finiti in carcere con ordinanza di custodia cautelare Bruno Monti, classe 1975, già sottoposto a misure di prevenzione della Sorveglianza speciale di P.S. con obbligo di soggiorno a Rosolini, e Massimo Di Mare, classe 1976. Benedetto Polizzo, classe 1980, é stato invece sottoposto agli arresti domiciliari, mentre a B.G., classe 1976, é stata notificata la misura cautelare con obbligo quotidiano di firma.
Maggiori dettagli nel numero cartaceo del Corriere Elorino in edicola oggi pomeriggio.

- Pubblicità -

Nella foto: il comandante della Stazione dei Carabinieri di Rosolini Rosario Avila, il capitano della Stazione di Noto Sabato Landi e, al centro, il comandante provinciale Luigi Grasso nel corso della conferenza stampa tenutasi stamattina a Siracusa. Nei riquadri Massimo Di Mare, Benedetto Polizzo e Bruno Monti.

- Pubblicità -