“Rosolinesi in Siracusa”: l’associazione festeggia San Martino

67
- Pubblicità a pagamento -

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dell’Associazione “Rosolinesi in Siracusa” sui festeggiamenti di San Martino con crespelle e vino e con ospiti d’eccezione

Giorno 13 Novembre, “i rosolinesi” soci dell’Associazione Rosolinesi in Siracusa, come vuole la tradizione, hanno festeggiato la festa di San Martino con crispelle e vino novello.

Pubblicità a Pagamento

La festa si è svolta presso l’Hotel Relax ubicato nel quartiere “Epipoli” di Siracusa e prima di iniziare i lavori è stato proiettato il film dal titolo “XX anniversario della fondazione dell’Associazione 1999-2019 ”.

Alla fine del film è stata intonato l’inno dell’Associazione, scritto del socio Giorgio Giunta.

Il Presidente, Corrado Di Stefano,  ha dato il saluto di benvenuto a tutti i soci ed amici, ha ringraziato l’U.N.M.S. e l’ANTEAS per il loro patrocinio ed ha elencato il programma della serata.

La socia onoraria, Prof.ssa Ignazia Iemmolo Portelli, come da programma, ha relazionato sulla vita e i miracoli di San Martino e dopo ha presentato l’ultimo suo libro dal titolo “A cuore aperto… mi racconto”, libro interessante che parla di un tassello di vita rosolinese vissuta e contestualizzata negli anni ’60 fino ai nostri giorni.

Il Prof. Salvatore Raimondo ha letto alcuni brani del libro e cantato diverse canzoni accompagnandosi con la sua chitarra. Il ricavato del libro e della cassetta con incise diverse canzoni, sarà devoluto in beneficenza a favore dei bimbi del Congo per aiuti alimentari e per la costruzione di una scuola.

In seguito si è esibito l’amico Pippo Amenta con un monologo dal titolo “moglie e marito”.

Il Presidente, ha regalato alla Prof.ssa Ignazia Immolo Portelli, al Prof. Salvatore Raimondo e all’amico Pippo Amenta alcuni libri e opuscoli editi dall’Associazione e la medaglia in ricordo del XX anniversario della fondazione.

Dopo è stata servita la cena e per dolce non potevano mancare le ottime crispelle di vario tipo  e il vino novello come vuole la tradizione rosolinese.

Durante la cena si è esibito il Prof. Salvatore Di Pietro con una canzone dal titolo “ Rosolini è la mia città” e altre, accompagnato con la chitarra dal Prof. Raimondo; sono stati coinvolti a cantare tutti i soci ed amici presenti in sala.

È stata una bella serata in compagnia.

Il presidente dell’Associazione, Corrado Di Stefano

 

 

 

 

 

 

 

 

- Pubblicità a pagamento -