Rosolini, è guerra in Forza Italia sulla scelta del candidato sindaco

Rosolini, è guerra in Forza Italia sulla scelta del candidato sindaco

[adrotate banner=”10″]

Giorni di guerra fredda all’interno di Forza Italia Rosolini, partito rappresentato, fino all’ultimo consiglio comunale, dai consiglieri Luigi Calvo e Rosario Modica. Ma le adesioni continuano a crescere, generando confusioni all’interno del partito che non sa ancora quale candidato sindaco sostenere.

Per Calvo e Modica, il leader da sostenere è Pinello Gennaro, senza alcuna esitazione, ma il partito deve adesso fare i conti con i nuovi arrivati.

I nuovi ingressi infatti provengono dalla “schiera” Di Rosolini sindaco che solo qualche giorno fa ha ufficializzato la sua adesione a Forza Italia, forte del sostegno del gruppo dell’ex consigliere Corrado Roccasalvo.

[adrotate banner=”20″]

Mentre fino a qualche settimana fa la posizione di Forza Italia era chiara quindi, con la presenza nel territorio di soli due forzisti ufficializzati, i consiglieri Modica e Calvo, propensi a scegliere Gennaro come leader, adesso con i nuovi arrivati si apre ufficialmente una guerra fredda.

Dopo l’adesione del gruppo Di Rosolini a Forza Italia, il commissario provinciale di Forza Italia, Bruno Alicata, aveva ricevuto “la cortese richiesta” da parte di “amici di Rosolini” – così come scriveva- di aderire a Forza Italia. “Non possiamo che rallegrarci di questo. Nei prossimi giorni sarà cura incontrare e ringraziare i nuovi amici per l’apprezzata volontà manifestata”.

Un “colpo basso” per Calvo, Modica e Pinello Gennaro, e  una buona strategia, forse, quella di Di Rosolini e i suoi. Ma due candidati a sindaco, un partito, non li può certo sostenere.

[adrotate banner=”25″]

Intanto questa mattina arriva un comunicato dai consiglieri Rosario Modica e Luigi Calvo. Non si discute, il dado è tratto: “Il Circolo di Forza Italia di Rosolini, con in testa i suoi ex consiglieri Comunali Luigi Calvo e Rosario Modica e l’intero gruppo dirigente cittadino , rendono noto che da mesi hanno lavorato per la realizzazione di un progetto comune con gli altri partiti di centro destra e con il Movimento Etica.  Questo percorso , grazie al lavoro di sintesi e alto senso di responsabilità, ha portato a condividere un progetto, un programma ed un candidato a Sindaco nella persona dell’Avv Pinello  Gennaro affiancato da Luigi Calvo. Siamo certi che i vertici Provinciali del partito  sapranno valorizzare il capitale umano ed il lavoro svolto fino a questo punto dal nostro gruppo dirigente locale”. 

È chiaro che Luigi Calvo parla a titolo personale” – controbatte il consigliere Roccasalvo.  “Se lui parla a titolo personale, è un problema suo. Oggi l’unico che può chiudere accordi a Rosolini è il segretario provinciale Bruno Alicata, non può di certo farlo autonomamente il consigliere Calvo. In Forza Italia ci sono organi istituzionali da rispettare, regole da rispettare. Questo passo avanti testimonia invece la debolezza del consigliere Luigi Calvo. Noi aspettiamo che venga indetta la riunione dai vertici provinciali per decidere la direzione da prendere”.

Pinello Gennaro o Tino Di Rosolini? Su quale nome confluirà, alla fine, il partito forzista? 

[adrotate banner=”31″]

 

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )