Ruba al “Penny Market”, giovane Libico arrestato dai Carabinieri

2431
- Pubblicità -

In occasione delle festività pasquali, così come concordato tra le varie forze dell’ordine in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Signor Prefetto Dott. Giuseppe Castaldo, il Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa, con oltre 150 carabinieri e 70 pattuglie, ha intensificato i servizi finalizzati alla prevenzione dei reati con particolare riguardo a quelli contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche tra i più giovani.
L’obiettivo prioritario è stato quello di garantire un servizio ad alta visibilità con finalità preventiva, con lo scopo ultimo di rassicurare sia il cittadino che i tanti turisti, sia italiani che stranieri, che visitano le bellezze della Provincia e che hanno scelto la città di Siracusa e le località di mare per trascorre alcuni giorni di ferie approfittando delle festività pasquali.
La tipologia dei servizi effettuati, che rientra in una strategia di ancor più imponente azione preventiva messa in atto dal Comando Provinciale e che verrà riproposta con ancora maggiore frequenza su tutto il territorio della Provincia secondo le linee guida impartite dal Comandante Provinciale Colonnello Luigi Grasso, esprime la volontà dell’Arma di offrire ancor maggiore sicurezza alla cittadinanza non solo nel delicato periodo delle festività, ma anche nei giorni successivi in cui riprenderanno le scuole e le attività lavorative.
I militari delle Stazioni e dei Nuclei Operativi e Radiomobili, sono stati impegnati in servizi distribuiti in tutto l’arco della giornata e su tutto il territorio provinciale.

- Pubblicità -

A Rosolini, nel corso della serata del 31 marzo, i Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto, ESSEBBANE Anouar, libico classe 1995, per il reato di furto aggravato presso il Supermercato Penny Market sito in contrada Vignale a Peri.
Il predetto sarebbe stato trovato in possesso di utensili da lavoro, tra cui una smerigliatrice angolare, e generi alimentari, tra cui cialde di caffè, per un valore complessivo di circa 100 €, per i quali il giovane extracomunitario non è stato in grado di fornire prova di acquisto.
Pertanto i Carabinieri, presupponendo l’illecita provenienza della merce, procedevano ad accompagnare il fermato in caserma al fine di esperire gli accertamenti del caso, non prima che lo stesso tentasse di eludere il controllo spintonando i militari operanti, atto che è valso al giovane anche l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Si procedeva ad interpellare i titolari del supermercato al fine di riscontrare eventuali ammanchi di merce ed al termine di tali verifiche i Carabinieri hanno accertato che il fermato aveva asportato la merce eludendo i dispositivi antitaccheggio e riuscendo così a passare dalle casse senza essere notato dal personale e pertanto veniva dichiarato in stato di arresto.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’A.G. aretusea.

- Pubblicità -