Sabato mattina a Rosolini i funerali di Salvatore Caschetto, morto per prestare aiuto

8827
- Pubblicità a pagamento -

Si svolgeranno sabato mattina, alle 10,30, nella Chiesa di Santa Caterina, i funerali del rosolinese Salvatore Caschetto, 42 anni, deceduto nel grave incidente multiplo di lunedì scorso, alle 3,30 del mattino, sull’autostrada A18 Catania Messina all’altezza di Scaletta Zanclea, in cui hanno perso la vita anche un ispettore della Polizia stradale di Messina, Angelo Spadaro di 55 anni, e una donna calabra di 81 anni, Rosa Biviera, di Bovalino.

Pubblicità a Pagamento

Un incidente che a quanto pare, è stato causato da del liquido che ha reso viscido il manto stradale, liquido che molto probabilmente è fuoriuscito da un autoarticolato fermato successivamente a Messina.

Caschetto aveva parcheggiato il suo Tir per prestare soccorso a seguito di un primo incidente tra un autoarticolato e un’auto, quando è stato falciato da un altro Tir.. Coinvolti anche altri quattro autoarticolati, un’altra auto e una moto.

La Procura di Messina ha aperto un’inchiesta indagando tre persone P.G. classe 1985, L.C. classe 1975, e P.S. classe 1990, per omicidio stradale colposo, disastro colposo e attentato alla sicurezza dei trasporti, disponendo l’accertamento tecnico tramite un professionista per ricostruire la dinamica esatta del sinistro stradale.

La salma del rosolinese è stata posta sotto sequestro all’obitorio del Policlinico di Messina, e dopo l’esame autoptico, sarà dissequestrata domani mattina.

La famiglia ha affidato l’incarico di seguire tutta la vicenda al legale Corrado Di Stefano e Cesare Spadaro.

Salvatore Caschetto lascia la moglie, dal quale però si stava separando, e un figlio di appena 14 anni.

- Pubblicità a pagamento -