Sos Coronavirus, al via “Pronto Spesa Comune”, la spesa a casa con una sola chiamata al Comune

133
- Pubblicità a pagamento -
Il Comune di Rosolini ha attivato il  “Pronto Spesa Comune “, un nuovo servizio di emergenza per consegnare a domicilio i beni di prima necessità  a coloro che, anziani, disabili, o in quarantena obbligatoria, non possono avvalersi di familiari e conoscenti.
Per ordinare e ricevere la spesa (generi alimentari o farmaci) basta chiamare allo  0931 500500, dal Lunedì al Sabato dalle 9:00 alle 12:00

Risponderanno gli operatori del Comune che Vi metteranno direttamente in contatto con l’attività commerciale selezionata.

Il servizio è stato attivato dal Sindaco Pippo Incatasciato con gli assessori ai Servizi Sociali e al Commercio e si rivolge appunto a persone anziane, sole, disabili, affette da patologie, con problemi di salute, in quarantena obbligatoria o impossibilitate a provvedere direttamente all’acquisto dei beni di cui necessitano e che non possano contare sul supporto di parenti o conoscenti.
Pubblicità a Pagamento

“Chiamando il numero unico dalle 9 alle 12 dal lunedì al sabato – spiega il Sindaco – si avrà modo di comunicare con operatori del Comune che metteranno direttamente in contatto le persone interessate con uno dei punti vendita di generi di prima necessità che si sono resi disponibili, in genere quello più vicino all’abitazione del cittadino che ne fa richiesta, che potrà anche, visto l’elenco in continuo aggiornamento sul sito web del Comune o comunicato direttamente dagli operatori, scegliere uno specifico punto commerciale cui farsi indirizzare”.

Nota importante è che al fine di evitare truffe nei confronti dei cittadini che usufruiscono del servizio,  l’operatore comunicherà una “Parola Chiave” obbligatoria, sempre diversa. Tutte le consegne sono gratuite e si paga, ovviamente, il solo costo dei prodotti acquistati.

Al consegnare i beni sarà  il personale della Misericordia di Rosolini che si presenterà munito di mascherina e guanti monouso all’orario concordato.
Il cittadino, chiedendo, prima di aprire, la “Parola Chiave”, potrà ritirare la spesa ed effettuare il pagamento senza far entrare nessuno in casa. L’Amministrazione raccomanda massima attenzione su quest’ultimo punto.

 

- Pubblicità a pagamento -