Spadola alla nuova assessora: “Buon lavoro”. E sul Natale 2019: “Subito il programma”

568
Il consigliere Giovanni Spadola
- Pubblicità a pagamento -

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del consigliere comunale Giovanni Spadola. Nella nota, il leader di “Giovani Rosolinesi”, augura un buon lavoro alla neo assessora Rosina Collemi e ringrazia la dimissionaria Gambuzza.

A seguire, solleva un argomento attuale ed imminente: il Natale. E invita l’Amministrazione Comunale a stilare presto un programma delle festività che “possa trattenere giovani e meno giovani nelle nostre piazze e che possa dare una boccata d’ossigeno al commercio, all’artigianato, alla ristorazione, a tutte le poche attività commerciali rimaste nel centro storico”.

Di seguito il testo integrale.

Pubblicità a Pagamento

Voglio augurare un buon lavoro alla nuova assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Rosolini, Rosina Collemi e ringraziare l’uscente Evelina Gambuzza per il lavoro da lei svolto in seno all’amministrazione comunale. Adesso non è più tempo di chiacchiere, ma di fatti in una città in lenta ed inesorabile agonia”.

A suonare la carica per il risveglio di Rosolini, è il consigliere comunale e leader di “Giovani Rosolinesi”, Giovanni Spadola.

Le feste di Natale sono oramai alle porte ed ancora non c’è uno straccio di programma per rendere più vivibile la nostra città. L’occasione delle festività può dare una boccata d’ossigeno al commercio, all’artigianato, alla ristorazione, a tutte le poche attività commerciali rimaste nel centro storico.

Noi tutti, e mi riferisco anche all’attuale maggioranza, consiglieri e forze sane di Rosolini, abbiamo il dovere morale, quantomeno di provarci ad organizzare un Natale 2019 che rimanga nella memoria dei cittadini.

Mi riferisco ad eventi, iniziative, spettacoli, giochi in piazza per i bambini. E non servono tanti soldi, ma il giusto affinchè la nostra comunità riscopri, come nel passato, che anche qui, in questo lembo di Sicilia, saranno giorni di festa.

Bisogna cercare di fare uscire la gente dalle proprie case, allestire il mercatino di Natale, dare la possibilità alle attività commerciali di corso Savoia e dell’intero centro storico, di riassaporare il gusto di fare commercio, di portare un po’ di concretezza alle loro famiglie.

Voglio sperare – prosegue il leader di Giovani Rosolinesi – che l’amministrazione comunale, pur nel rigore delle spese , appronti un programma natalizio che possa trattenere giovani e meno giovani nelle nostre piazze. Ad esempio vanno coinvolti tutti i migliori artisti di Rosolini. Mi riferisco a band, cantanti, compagnie teatrali, cabarettisti , dj e associazioni sportive. Occorre pensare in tempo alla la notte di San Silvestro con il ballo sotto le stelle in Piazza Garibaldi. Riappropriamoci dei nostri spazi senza mandare i nostri ragazzi in altre città”.

- Pubblicità a pagamento -