Tra canzoni, balli e applausi va in archivio la V edizione del Concerto del Sorriso

452
- Pubblicità a pagamento -

Anche quest’anno “obiettivo sorriso” raggiunto a pieno “ritmo” da parte dei Talè cu c’è, ieri sera che, per il quinto anno consecutivo, sono saliti sul palco dell’Anfiteatro del Parco “Giovanni Paolo II”, a Rosolini, per il Concerto del Sorriso.

Pubblicità a Pagamento

L’evento, nato su iniziativa della seguitissima band rosolinese assieme all’UICI, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, e alle tantissime associazioni di volontariato presenti sul territorio, riesce nella complessa impresa di mettere assieme tre ingredienti: musica, sentimento e solidarietà, dedicando una serata di gioia alle persone speciali che normalmente vivono ai margini i giorni di festa.

I diversi interventi sul palco, a cura dei rappresentanti delle tante associazioni che hanno collaborato alla riuscita della manifestazione, hanno puntato i riflettori sul grande tema della disabilità. Le riflessioni raccolte, le esperienze vissute, le storie raccontate dai tanti volontari che ogni giorno, nel territorio, si occupano di sociale creando una forte rete solidale, hanno permesso di conoscere meglio e più da vicino le azioni svolte 365 giorni l’anno, che favoriscono il benessere della collettività.

Un clima allegro, disteso e conviviale con i brani eseguiti dai Talè cu c’è a cui il pubblico non ha resistito, scegliendo di abbandonare i posti in tribuna per guadagnare il centro della pista e danzare in libertà sulle note degli evergreen della musica italiana.

Credits Tommaso Latina

Grandi emozioni sull’onda di successi senza tempo intonati dalle voci di Pinello GennaroCarmelo Di Martino, quest’ultimo componente del gruppo musicale e presidente della sez. provinciale dell’UICI, considerato dal gruppo l’anima del concerto, nonché uomo simbolo della speranza: colui che con la sua storia di vita insegna che tutto è possibile e che la disabilità sia fisica che mentale può essere superata.

L’evento è stato prodotto dall’associazione Corto Barocco con la regia di Tommaso Latina, responsabile di produzione Marco Caruso, in collaborazione con la SG service di Giuseppe Santacroce e l’agenzia di promozione turistica East Sicily che ne ha curato la comunicazione.

Grande mattatore della serata l’amatissimo presentatore Giuseppe Di Rosolini che ha coinvolto i presenti in simpatici sketch e appelli. Sul palco, inoltre, per una dimostrazione pratica di disostruzione pediatrica e rianimazione cardiopolmonare con defibrillatore la dottoressa Francesca Micieli assieme ai ragazzi della Misericordia. Infine, spazio anche alla prevenzione: nel corso della serata è stato possibile sottoporsi allo screening gratuito della vista grazie alla presenza di un medico specialista e di un camper attrezzato messo a disposizione dalla sezione provinciale dell’UICI, e al divertimento, con la Festa del Sorriso pensata per i più piccoli, con gonfiabili giganti, giochi di prestigio e animazione, su iniziativa del gruppo Giovani Rosolinesi e Centro Commerciale Spadola.

Credits Tommaso Latina

Con il turbinio di emozioni palpabili che si sono susseguite durante il corso della serata – hanno ringraziato Pinello Gennaro, Giancarmelo Pulisi, Carmelo Di Martino, Sebastiano Emmolo, Nino Savarino, Peppe Santacroce e Pippo Cicero, al secolo i Talè cu c’è,– le parole contano poco. Speriamo per i ragazzi e per tutto il sano volontariato di questa comunità che, dopo la quinta edizione, ci possa essere la sesta, la settimana e così via, affinché il nostro avvicinamento a questa realtà che è parte integrante del nostro mondo e non un mondo a parte, possa sempre di più deteriorare le barriere mentali che, purtroppo, sono insite nella maggior parte di noi!”.

Alessandra Brafa

- Pubblicità a pagamento -