Una strada alternativa provvisoria per attraversare il ponte Ristallo-Masicugno

2260
- Pubblicità -

Visto il prolungarsi dei lavori di consolidamento ed adeguamento del ponte Ristallo-Masicugno, del versante delle sede stradale e del muro di contenimento della scuola Elementare S. Alessandra, l’Amministrazione Comunale, al fine di venire incontro alle esigenze dei residenti della zona ha dato disposizioni al Responsabile dell’Utc ing. Corrado Mingo  per sviluppare un progetto per  la realizzazione di un bypass che possa consentire il collegamento al centro abitato. In tale ottica, in questi giorni è stato effettuato nell’aera interessata, un sopralluogo congiunto  tra  Amministratori Comunali,  tecnici comunali, responsabili  della ditta che sta eseguendo i lavori,  Genio Civile e  responsabile della sicurezza per studiare la fattibilità di soluzioni alternative   che possano eliminare temporaneamente alcune criticità legate alla viabilità. A seguito di questo sopralluogo si è potuto constatare  la fattibilità della realizzazione di un bypass nell’attuale viabilità di cantiere che collega i due fronti del vallone senza alcuna modifica al terrapieno poggiante sul preesistente scatolare in cemento armato. Per consentire tale intervento, il Genio Civile e il Responsabile della sicurezza hanno provveduto alla rideterminazione dell’area di cantiere. L’attraversamento del ponte a traffico limitato e a senso unico alternato,  regolamentato da impianto semaforico, sarà consentito solo ed esclusivamente ai residenti.

“Una risposta concreta – afferma il Sindaco Corrado Calvo –  a quanti in questi giorni hanno fatto veicolare notizie non veritiere sullo stato dei lavori in corso nella zona. I lavori sul ponte Ristallo – Masicugno  non sono stati mai interrotti, semmai,  a causa di problemi prettamente burocratici hanno subìto un lieve rallentamento che ha portato ad uno slittamento di qualche mese della consegna dei lavori da parte della ditta. Per cui, si è ravvisata quindi la necessità di venire incontro alle esigenze dei residenti della zona eliminando alcune delle criticità emerse e quindi consentire loro il raggiungimento del centro abitato nel più breve tempo possibile. Una soluzione temporanea nelle more di rendere definitivamente fruibile al transito un’arteria di importanza strategica, anche perché quella Via immette nella strada per contrada Masicugno e costituisce una vera e propria via di fuga in caso di eventuali calamità naturali, oltre a favorire un sensibile decongestionamento del traffico veicolare”.

La via alternativa sarà costruita anche a seguito della petizione di ben 117 firme che gli abitanti della zona che è stata inviata al Prefetto e al Questore di Siracusa, Carabinieri e Finanza di Noto che hanno chiesto un intervento celere per “evitare i disagi che si protraggono ormai da quasi un anno”.

- Pubblicità -