A 30 anni dall’assurda morte di Luigi Giannì, il 16 luglio un...

A 30 anni dall’assurda morte di Luigi Giannì, il 16 luglio un memorial in suo ricordo

5526
0
SHARE

Luigi Giannì perse la vita a soli 14 anni. Una morte avvenuta il 9 novembre di 30 anni fa, che fece scalpore in città, arrivata dopo un banale litigio. Fu ucciso da un colpo di pistola al petto nelle campagne di San Paolo per un futile motivo a seguito di un diverbio con un automobilista.

La tragedia del 9 novembre 1987 in cui perse la vita Luigi Giannì

L’articolo del giornalista Gigi Perricone pubblicato sul Corriere Elorino del 1987

Quel giorno del 1987 Luigi Giannì assieme al padre Giovanni e al fratello Salvatore, 10 anni, stava percorrendo la strada in un furgone cabinato quando in una curva si è quasi sfiorato con il mezzo condotto da Salvatore Salemi che fu costretto a sterzare improvvisamente. Nonostante i due mezzi non si fossero toccati, Salemi cambia direzione di marcia ed inizia ad inseguire il furgone dei Giannì facendolo fermare in prossimità di un passaggio a livello. Inizia la lite che in pochi minuti diventa dramma. Salemi prende la pistola ma viene fermata dalla figlia Lara che cerca di dissuaderlo. Parte un colpo di pistola che prende in piano la coscia della figlia che stramazza a terra. A quel punto Salemi non ci vede più ed inizia a sparare verso i Giannì. Un colpo raggiunge al petto Luigi, altri due colpi raggiungono il padre, uno all’addome, l’altro al braccio destro. Nel furgone c’è anche Salvatore che si salva perché riesce a nascondersi sotto il sedile posteriore. Inutili i tentativi di soccorso per Luigi che morirà da lì a poco. Il coraggio di Salvatore, che chiama aiuto a squarciagola, riuscirà a salvare solo il padre.

Oggi con il memorial verrà ripercorsa tutta quella assurda vicenda.

“Ripensare a quei momenti mi fa ancora tremare –afferma Salvatore Giannì-. E’ ancora una ferita aperta. Ricordo come fosse ieri quegli attimi drammatici che hanno segnato la mia vita per sempre. Da quel momento ho portato mio fratello sempre nel cuore e oggi abbiamo voluto dedicargli l’attività “Fruttolandia di quel Paese” e il 16 luglio il memorial al parco Giovanni Paolo II. Ogni giorno mi alzo con la consapevolezza che mio fratello sarebbe qui oggi, accanto a noi, a darci una mano, così come ha sempre fatto quando era in vita, fino a quel giorno”.

Il memorial del 16 luglio 2017

Il 16 Luglio si svolgerà il 1° Memorial Luigi Giannì. Organizzato da “Fruttolandia di quel paese” in collaborazione con l’Ass. Amici di Ludovica Onlus, la manifestazione sarà una giornata ricca di momenti significativi. Nei locali del cimitero comunale, in occasione del 30esimo anniversario della morte del piccolo Luigi (che sarà il prossimo 9/11), il volo di 30 palloncini scandirà l’inizio del Memorial per proseguire con un corteo di moto ed auto a cura dell’A.S.D Fiat 500 e del Vespa Club S. Cuore.

Alle ore 20, presso la Chiesa Madre S. Giuseppe, sarà celebrata una messa in ricordo di Luigi, per poi spostarsi presso il Verde a Valle, luogo in cui si svilupperà l’iniziativa. Dalle 21 in poi sarà possibile acquistare bicchieri di fresca macedonia, il cui ricavato verrà devoluto per l’acquisto di monitor per parametri vitali e materiale ludico-didattico per il reparto di ematologia oncologica pediatrica del Policlinico Di Catania, insieme al ricavato ottenuto dalla vendita dei biglietti del sorteggio di beneficenza i cui premi sono stati offerti dalla maggior parte delle attività commerciali di Rosolini, che si sono rese subito disponibili a donare qualcosa.

Ad intrattenere il pubblico sarò il concerto de “I Migliori Anni” e notevoli saranno poi gli interventi dei relatori. Il Sindaco, l’arma dei Carabinieri, il cui comandante Giuseppe Vaccaro ha dato piena disponibilità con la rappresentanza e la partecipazione di più unità, autorità civili e militari, il Dott. Luca Lo Nigro, l’infermiera Patrizia Grasso, lo Studio Legale Raudino di Noto che si occupò della causa, e ancora docenti e compagni dell’anno scolastico 84/85 e 87/88 sono stati invitati a spendere qualche parola in memoria del piccolo Luigi, per cui verrà proiettato un video con immagini della sentenza e degli ultimi ricordi con parenti e compagni.

Per tutti verranno consegnate delle targhe ricordo a fine serata.

“Ringrazio Salamone Paolo srl sponsor ufficiale, Giorgio e Adelina Vicari per gli obiettivi raggiunti con la propria Associazione, e per la fattiva collaborazione per la serata –conclude Salvatore Giannì-. Il Sindaco e tutti gli ospiti, le attività commerciali per aver fornito oltre 50 premi per il sorteggio di beneficenza, gli sponsor, la scuola “D’Amico” plesso La Pira per aver venduto il maggior numero di biglietti e quanti saranno presenti il 16 luglio in memoria di mio fratello”.

Nessun commento

Lascia un commento