“Il sorriso è una cosa seria”: parola dei Talè cu c’è pronti...

“Il sorriso è una cosa seria”: parola dei Talè cu c’è pronti a tornare sul palco per una serata “speciale”

Domenica 3 settembre la III edizione del “Concerto del Sorriso” all'Anfiteatro del Verde a Valle di Rosolini.

636
0
SHARE

All’Anfiteatro del Verde a Valle di Rosolini domenica 3 settembre è festa: torna il Concerto del Sorriso, giunto alla sua terza edizione e, come ogni anno, promette tante emozioni. Se ne è discusso giovedì 31 agosto in Sala Cartia, nel corso della conferenza stampa di presentazione della manifestazione alla presenza dei suoi promotori e del vicesindaco Cinzia Giallongo.

Il Concerto del Sorriso nasce dall’incontro della musica dei Talè cu c’è con associazioni, cittadini e privati. “Una serata di festa dedicata a persone davvero speciali perché – hanno chiarito i componenti della band tutta rosolinese– la diversità non è un mondo a parte ma una parte importante del nostro mondo”. E proprio loro, Pinello Gennaro, Giancarmelo Pulisi, Carmelo Di Martino, Sebastiano Emmolo, Nino Savarino, Peppe Santacroce e Pippo Cicero, al secolo i Talè cu c’è, hanno fortemente voluto dedicare un concerto alle persone che spesso le serate di festa le vivono ai margini ma che per l’occasione diventano i primi e indiscussi protagonisti.

A promuovere la manifestazione che vedrà come momento clou l’esibizione dei Talè cu c’è, è la sezione provinciale dell’Uici, Unione italiana ciechi e ipovedenti, il cui presidente, Carmelo Di Martino, è un componente del gruppo musicale. Difatti domenica, nel Verde a Valle, sarà presente, a partire dalle 18, il camper dell’Uici per lo screening gratuito della vista. Ad annunciarlo lo stesso Di Martino che ha spiegato quanto “la prevenzione sia importante per evitare patologie che portano alla cecità totale ed irreversibile”.

La terza edizione dell’atteso spettacolo è anche un pretesto per uscire dall’isolamento. Di questo e degli effetti benefici che tali iniziative hanno sui malati psichici si è soffermata la dott.ssa Carmine Vinci, educatrice, che nel suo intervento ha portato l’esperienza dei ragazzi ospiti del gruppo- appartamento Marcello Savarino della coop. Futura. Tanta musica e partecipazione, così come ha spiegato Giancarmelo Puglisi, percussionista dei Talè cu c’è, che ha ringraziato tutti gli operatori e le associazioni che, da anni, collaborano alla riuscita dell’evento. “Ridendo e scherzando siamo arrivati alla terza edizione. Come band non percepiamo compenso, gioiamo nel vedere le persone gioire. Il sorriso ha un peso, un valore. Per noi il sorriso è una cosa seria”.

L’evento, patrocinato dal Comune di Rosolini, è prodotto dall’associazione Corto Barocco con la Regia di Tommaso Latina, responsabile di produzione Marco Caruso, il service è della SG Service di Giuseppe Santacroce, mentre la comunicazione è curata dall’agenzia di promozione turistica East Sicily di Alessandra Brafa, moderatrice della conferenza stampa.

Tanti gli sponsor e le associazioni che hanno già aderito, tra queste: UICI, ARID, Misericordia, Vertical Sicilia, Avis, “Arcobaleno e i cavalieri di S. Valentino”, Amici di Ludovica, Fratres, Il Sorriso di Vanni, Aido, Coop. Futura, Coop. Il Sentiero. Ma numerosi i soggetti che nelle ultime ore hanno scelto di allargare questa rete spontanea e solidale per contribuire al fine nobile della serata: regalare un sorriso.La manifestazione gratuita, con inizio alle 21, consisterà in uno show di note e parole, ma anche proiezioni e poesie, oltre a immancabili sorprese. Durante la serata, inoltre, saranno presenti gli ospiti del centro di accoglienza Sandro Frasca e gli Scout Agesci Rosolini I e II al servizio della collettività per ogni necessità.

“Il Concerto del Sorriso – ha concluso Pinello Gennaro, portavoce del gruppo musicale – è dedicato alle persone che normalmente non vengono ai concerti, persone che hanno anche difficoltà fisiche per raggiungere i luoghi in cui si tengono. Per consentire la loro partecipazione la Misericordia di Rosolini ha attivato un servizio transfer gratuito a domicilio, previa comunicazione. Vedere tutte queste persone sotto il palco che si divertono e che sorridono per noi è la gioia più grande. Vogliamo prenderci per mano e volare insieme tra le note al di sopra di ogni steccato fisico o mentale perché la musica è vita. Vogliamo che sia una serata di festa, un concerto speciale ed unico perché dedicato a persone speciali ed uniche”.

Nessun commento

Lascia un commento