Sottoscritto l’accordo di collaborazione tra il Comune di Rosolini e i Laboratori...

Sottoscritto l’accordo di collaborazione tra il Comune di Rosolini e i Laboratori di ricerca Betontest di Ispica

316
0
SHARE

Attività di ricerca innovativa di sperimentazione per avere il reale stato conservativo dei Palazzi, dei Monumenti di interesse storico e delle Strutture Pubbliche ad alto affollamento è l’obiettivo principale che si intende avviare con l’accordo di collaborazione sottoscritto ieri mattina tra il Comune di Rosolini e i Laboratori di ricerca Betontest di Ispica.

A sottoscrivere l’accordo, il Sindaco Corrado Calvo per l’Amministrazione Comunale e il prof. Corrado Monaca per la Betontest. Presenti anche l’Assessore alla Protezione Civile Dino Gennaro e l’Assessore ai Lavori Pubblici e Urbanistica Corrado Gugliotta.

La Betontest, partner del Dipartimento di Ingegneria dell’Università del Salento e Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa, opera nell’ambito del programma Horizon 2020 – PON 2014/2020 – Ministero dello Sviluppo Economico.

“Avere il reale stato conservativo sia dei Palazzi sia dei Monumenti di interesse storico che delle Strutture Pubbliche della nostra Città -afferma il Sindaco- ci permetterà di aumentare il livello di sicurezza e di intervenire per tempo in situazioni di emergenza. Tutto questo da oggi sarà possibile grazie all’accordo sottoscritto con i Laboratori di ricerca Betontest di Ispica partner del Dipartimento di Ingegneria dell’Università del Salento e Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa, che operano nell’ambito del programma Horizon 2020 – PON 2014/2020 – Ministero dello Sviluppo Economico. Un’oppurtunità che, come Amministrazione Comunale, non ci siamo lasciati sfuggire nella consapevolezza che si tratta di un valore aggiunto per mettere in atto sinergicamente una programmazione ed un’azione mirata volta alla tutela e alla salvaguardia degli edifici strategici cittadini”.

Concordano pienamente su quanto affermato dal Sindaco, gli Assessori Gennaro e Gugliotta.  “Questo progetto –afferma Gennaro– è sicuramente importante perché, prevenire è meglio che soccorrere. Avere una foto, un quadro, un certificato che ci dà lo stato di salute delle nostre scuole e delle nostre opere pubbliche è sicuramente quello che ci ha spronato a stipulare questa convenzione”.

“Il quadro delle nostre scuole, dei nostri Istituti e degli edifici pubblici non è ancora completo” afferma da parte sua Gugliotta. “Nonostante siano stati eseguiti diversi lavori di messa in sicurezza, questi edifici sono stati realizzati prima della normativa antisismica per cui c’è bisogno di un accertamento più accurato possibile, che ci consenta di controllare la vulnerabilità sismica e di poter intervenire con tempestività. Gli Interventi che verranno eventualmente effettuati su queste strutture verranno eseguiti con fondi pubblici a cui stiamo già accedendo”.

Nell’esprime il suo ringraziamento all’Amministrazione Comunale per avere accolto e valutato positivamente  la proposta della Betontest, il prof. Corrado Monaca ha avuto modo di affermare: “Posso tranquillamente assicurare che sono state gettate le basi per una proficua collaborazione tra pubblico e privato nell’interesse esclusivo dei cittadini e del territorio. La posizione strategica del Comune di Rosolini va a integrarsi insieme agli altri territori che già sono oggetto di sperimentazione. Questa pluricità dell’area degli Iblei che noi vogliamo monitorare attraverso l’analisi di scuole, infrastrutture pubbliche e opere strategiche, potrà essere un ulteriore supporto per poter convivere con l’emergenza dei terremoti. Sappiamo bene che l’area degli Iblei è al primo posto nella carta dei rischi della sismicità. Questo non ci deve impaurire, avere coscienza di vivere in una zona sismica deve spronarci ad attivarci con azioni sempre più incisive di prevenzione per non dover ricorrere ad azioni di emergenza post-terremoto”

Nessun commento

Lascia un commento