A Noto gli studenti si fanno giornalisti e promuovono la capitale del barocco

289
- Pubblicità -

A Noto, Lodato e Di Vita aprono la II edizione del Progetto Comunicazione& Informazione nato dalla sinergia tra il Comune di Noto e il Matteo Raeli.

I giornalisti siciliani Lodato e Di Vita hanno aperto con un doppio appuntamento nell’Aula Magna di via Platone, il 16 e 23 febbraio, il progetto Comunicazione & Informazione 2018, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Noto in protocollo d’intesa con l’Istituto d’Istruzione Superiore Matteo Raeli di Noto.

- Pubblicità -

Il Progetto Comunicazione & informazione, proposto per il secondo anno di fila a riprova del successo dell’edizione precedente, trasformerà i ragazzi dei vari indirizzi dell’istituto netino in giornalisti provetti e li vedrà alle prese con stesure di articoli e realizzazione di interviste e reportage riguardo agli eventi culturali che avranno luogo nella capitale barocca fino a giugno.

Parole cariche di entusiasmo quelle con cui venerdì 16 febbraio il dirigente scolastico Concetto Veneziano si è rivolto a una platea di giovani aspiranti cronisti. A seguire, l’atteso intervento del giornalista catanese Andrea Lodato che ha tracciato un excursus sulla comunicazione ieri e oggi. Presenti anche la referente del corso, la prof.ssa Corrada Fatale; la coordinatrice del progetto, la giornalista Alessandra Brafa, e i docenti che seguiranno i ragazzi durante tutto il percorso. Partecipato e coinvolgente l’intervento della giornalista Vincenza Di Vita, critico teatrale, che venerdì 23 febbraio ha incontrato i ragazzi in occasione del secondo appuntamento.

Oltre a dimostrare di essere capace di dialogare con il territorio, il Matteo Raeli conferma il suo alto profilo educativo, che non si ferma ad un insegnamento nozionistico, ma si propone di sviluppare competenze per preparare gli alunni al mondo del lavoro. Grande soddisfazione espressa anche dall’Assessore Frankie Terranova e dall’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Corrado Bonfanti.


Dopo i risultati entusiasmanti dello scorso anno- ha affermato la dott.ssa Sabina Pangallo, promotrice del progetto e portavoce dell’Assessorato alla Cultura di Noto– ripartiamo con un’organizzazione ancora più capillare. Colpisce il numero degli studenti coinvolti che è raddoppiato, così come i veicoli di comunicazione attraverso cui gli studenti comunicheranno all’esterno quanto vissuto. L’augurio è di vederli sempre più partecipi alla vita della città, sul campo culturale e non solo, interagendo direttamente con gli amministratori. Tra le tante novità di quest’anno anche la realizzazione di un prodotto editoriale cartaceo finale che attesti il prezioso lavoro svolto in questi mesi”.

Alessandra Brafa

- Pubblicità -