Allacci abusivi nella rete idrica, partono i controlli a tappeto con le forze dell’ordine

917
- Pubblicità -

L’Amministrazione Comunale, congiuntamente alle Forze dell’Ordine avvierà a giorni un controllo a tappeto su tutto il territorio comunale contro gli allacci idrici abusivi.

- Pubblicità -

Nei giorni scorsi, al fine di intensificare la lotta agli sprechi d’acqua, si è tenuto un incontro operativo fra gli Amministratori Comunali, tecnici e funzionari comunali e Forze dell’Ordine per mettere su un piano operativo e avviare un’azione di contrasto con una verifica capillare di controlli idrici su tutto territorio per  identificare  quanti si appropriano indebitamente di acqua attraverso impianti abusivi.

Una task force composta a tecnici comunali e Vigili Urbani provvederà ad effettuare sopralluoghi a tappeto sia presso abitazioni civili che terreni privati con il preciso fine  di controllare la legittimità delle erogazioni idriche delle utenze private.

Gli allacci abusivi d’acqua, saranno sanzionati e puniti a norma di legge.

“Irregolarità e abusivismo idrico – afferma l’Assessore ai LL.PP. Carmelo Di Stefano –  è un fenomeno che si trascina da anni. Un atavico problema che, come Amministrazione Comunale intendiamo fronteggiare con assoluta fermezza rendendo così giustizia a tutti quei cittadini- utenti che rispettano le norme. Non va dimenticato che il furto d’acqua oltre ad essere un reato da Codice Penale, attraverso canalizzazioni abusive genera infatti difficoltà sulla fornitura all’utenza gestita che, in proporzione alla struttura irregolare, può causare  cali di pressione e/o problemi di approvvigionamento. Per questo, abbiamo già concordato con le Forze dell’Ordine azioni sinergiche per combattere il fenomeno. A giorni infatti effettueremo dei controlli a tappeto per cui invitiamo quanti non sono in regola. Coloro i quali risulteranno non in regola sarà offerta la possibilità, a fronte dell’effettuazione dei pagamenti e delle sanzioni dovuti, di regolarizzare la propria posizione mentre quanti non provvederanno a regolarizzarsi prima dei controlli saranno denunciati all’autorità giudiziaria nel rispetto delle leggi vigenti”.

- Pubblicità -