Autostrada fino a Modica, Gennuso: “Pagate i fornitori o mi incateno”

590
- Pubblicità elettorale a pagamento -

“Sono pronto ad incatenarmi all’Assemblea regionale siciliana se non verranno pagati i crediti alle aziende che stanno eseguendo i lavori nel tratto autostradale Rosolini – Modica”. E’ pronto ad attuare un’eclatante protesta all’Ars il deputato “autonomista”, Pippo Gennuso. “L’ho già fatto altre volte per questa autostrada che è un’eterna incompiuta, come la Siracusa – Gela e sono pronto a ripeterlo per quello che ritengo sia un sacrosanto diritto: pagare i fornitori che hanno messo a disposizioni i materiali per la realizzazione del lotto. Il governo della Regione deve assumersi le proprie responsabilità e soprattutto evitare che decine di società falliscano. Queste imprese non hanno più accesso al credito e le banche aspettano soltanto il rientro dei soldi prestati per affrontare i lavori di un’opera pubblica. Il presidente della Regione Musumeci – prosegue il parlamentare – intervenga presso Cas e Anas affichè paghino, anche utilizzando le riserve per le imprese chiamate dalla committente alla realizzazione della infrastruttura viaria”. Secondo il deputato regionale non c’è oramai tempo da perdere, perché a rischio ci sono anche centinaia di posti di lavoro. “Se nei ritardi c’è di mezzo la burocrazia – afferma Gennuso – si intervenga con il bisturi, non si può affrontare ciclicamente questo problema. Il tratto Rosolini – Modica è stato interamente finanziato, quindi i soldi ci sono. Ma ci sono anche enormi inadempienze dagli Enti che dovrebbero erogarli. In mancanza di tempi certi metterò in atto la protesta che ho già deciso da tempo”.

- Pubblicità elettorali a pagamento -