Basile (Pd): “Con il baratto amministrativo approvato dal consiglio ridata dignità alle persone”

340
L'avvocato Tonino Basile
- Pubblicità a pagamento -

Il Consiglio Comunale ha approvato i regolamenti riguardanti il baratto amministrativo e nonno/nonna vigile. Due regolamenti importanti che, come sostiene il Pd, tramite il segretario Tonino Basile, danno “il senso della dignità delle persone”.

Pubblicità a Pagamento

“È proprio l’attenzione alla dignità delle persone -dice Basile-, che anima l’azione e la progettualità del PD – circolo di Rosolini – che ha, in modo convinto, sostenuto i provvedimenti approvati.
Il baratto amministrativo era nel nostro programma elettorale lo abbiamo spiegato e condiviso nei quartieri e con la città durante la campagna elettorale. È un gesto di distensione della pubblica amministrazione verso chi, singoli o nuclei familiari trovandosi in particolari condizioni economiche di bisogno, non può pagare i tributi. Questo strumento amministrativo consente, infatti, di ottenere, con il proprio lavoro, esenzioni su TASI, IMU, TARI e CANONE IDRICO ed in generale i debiti con il fisco.
Tale strumento amministrativo è stato introdotto con il decreto Sblocca Italia, articolo 24 del Dl 133/2014, che ha previsto per i comuni la possibilità di accettare la realizzazione di interventi di riqualifica del territorio, proposti da singoli cittadini o cittadini associati e, adesso, diventa realtà.
Altro regolamento imperniato sulla dignità delle persone è sicuramente rappresentato dal regolamento nonno/nonna vigile, anche questo nel nostro programma elettorale, che vede il ritorno dei nostri anziani davanti alle scuole.
Fare incontrare le generazioni rendere e dare la giusta importanza a chi ha già dato tanto nella propria vita, vuol dire non rassegnarsi all’idea di vedersi “messo da parte”.
Col nonno/nonna vigile vedremo nonni volontari protagonisti e pronti a rendere non solo un servizio ai bambini ma anche la città più gentile, pronta a diventare luogo di aggregazione.
Sarà bellissimo assistere all’incontro intergenerazionale, allo scambio di conoscenze o, semplicemente, al sorriso di un amico che ti tende la mano per farti attraversare la strada. I nostri bambini hanno bisogno di praticare la gentilezza e questa può essere insegnata sicuramente dai nostri nonni volontari.
Ecco! Legare queste misure approvate dal Consiglio Comunale alla dignità significa dare un’anima ai provvedimenti che vengono generati dalla macchina amministrativa, una macchina che non va col pilota automatico ma che si ferma e si preoccupa di chi è rimasto indietro”.

- Pubblicità a pagamento -