Cava Santa, ordine di demolizione per le parti abusive del ristorante

1598
- Pubblicità a pagamento -

Nell’attività commerciale situata nella Cava Santa ci sarebbero opere abusive che adesso vanno rimosse.

Pubblicità a Pagamento

Nata come un chiosco bar, negli anni la struttura è stata “allargata” ma a quanto pare senza i dovuti permessi per costruire. Le opere interessate sarebbero una tettoia stagionale aperta (che invece risulta chiusa) e vari manufatti tra cui un chiosco bar che, oltre ad essere privi del permesso di costruire o autorizzazione edilizia, sono stati realizzati in zona “E2” verde agricolo di salvaguardia del vigente Piano regolatore generale in cui è vietata la modifica della morfologia agraria vegetale e topografica esistente.

Questi motivi hanno spinto l’ingegnere Capo del Comune di Rosolini, Corrado Mingo, con propria ordinanza – la numero 1 del 10 maggio 2019 – a ordinare, entro 90 giorni, la demolizione e ripristino dello stato dei luoghi delle opere abusive realizzate in contrada Cava Santa all’interno dei terreni di proprietà della ditta “Corrado Cottonaro e Farieri Lucia”.

Le violazioni urbanistiche sono state accertate il 3 gennaio 2019 dal Corpo dei Vigili Urbani di Rosolini. Contro l’ordinanza di demolizione i proprietari possono fare ricorso al Tar.

- Pubblicità a pagamento -