Consiglio Comunale aggiornato a stasera: 3 punti rinviati, nominati nuovi Revisori dei Conti

436
- Pubblicità a pagamento -

Nel corso della seduta straordinaria del Consiglio Comunale di ieri sera, sono stati trattati solo 4 dei 9 punti all’ordine del giorno previsti.

Pubblicità a Pagamento

Approvazione Bilancio consolidato per l’esercizio finanziario 2017, Revisione periodica delle partecipazioni ex art. 24, d.lgs. 19 agosto 2016 n. 175 e s.m.i. – Ricognizione partecipazioni possedute, Addizionale comunale IRPEF – Approvazione aliquota 2019 e Sorteggio e nomina dei componenti del Collegio dei Revisori dei Conti del Comune  di Rosolini per il triennio 2019/2021, sono stati gli argomenti discussi in un’assemblea consiliare  dal  clima “blando e pacato”, un’aria di diplomazia quasi surreale che ben presto si è trasformata in un mare in “burrasca” tra le parti.

Ad apertura della seduta, è stata approvata all’unanimità dei presenti, condividendo l’appello del quotidiano “La Repubblica”, su proposta del Presidente Piergiorgio Gerratana, un’interpellanza a sostegno di Radio Radicale, per la libertà di stampa e per il pluralismo dell’informazione.

Dopo l’assenso unitario a questa mozione d’ordine, il Consiglio ha dato il via alla valutazione dei punti all’ordine del giorno.

Il primo punto discusso è stato soprasseduto e ha riguardato l’approvazione del Bilancio Consolidato per l’esercizio finanziario 2017, detto consolidato perché ad esso si fonde il bilancio delle partecipazioni del Comune, anch’esso oggetto di approvazione dopo l’entrata in vigore dell’art.118. Nel caso specifico del Comune di Rosolini la partecipata con più rilevanza – circa il 55% di partecipazione – che è stata inglobata nel Bilancio Consolidato, è la Farmacia Comunale “Sacro Cuore”.

Un rendiconto questo, approvato da parte della Giunta lo scorso 31 ottobre 2018, con il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti in data 21 dicembre 2018, che è stato messo in discussione dal Consigliere Enzo Vigna il quale ha rivendicato la nota integrativa da parte del Responsabile dei Servizi Finanziari, chiedendo dei chiarimenti su quello che è stato scritto nel corpo della proposta.  Un appunto il suo, puntellato anche dal Presidente del Consiglio e dallo stesso Sindaco Incatasciato, nonché Assessore al Bilancio, che ha recepito l’annotazione e ritenuto soprassedere il punto, al fine di addivenire agli approfondimenti del caso e verificare se la documentazione mancante sia collegabile a un errore materiale o se effettivamente sia stata messa in atto un’omissione nella produzione del fascicolo di riferimento.

Dopo il ritiro del primo punto, anche il secondo punto ha avuto vita breve. La Revisione periodica delle partecipazioni ex art. 24, d.lgs. 19 agosto 2016 n. 175 e s.m.i. – Ricognizione ecipazioni possedute, è stata oggetto delle titubanze di alcuni Consiglieri Comunali d’opposizione come Di Rosolini e Roccasalvo che, di fronte alla precisazione da parte del Segretario di considerare la revisione 2017 una semplice “presa d’atto”, hanno proposto un  rinvio della questione che metta in risalto una riflessione compiuta sull’argomento da parte dell’attuale Consiglio Comunale. Una richiesta la loro, che trova accettazione nella proposta del Consigliere Luigi Calvo di integrare l’anno 2017 con il 2018, in un un’unica revisione prevista entro il 30 settembre. La mozione di Calvo porta la presidenza a mettere ai voti il rimando del secondo punto, il cui esito conferma il precedente: anch’esso soprasseduto come il primo.

Si fa presto a dire “non c’è due senza tre” che anche il terzo punto all’ordine del giorno riguardante l’Addizionale comunale IRPEF con approvazione aliquota 2019 viene differito.

A mettere seriamente ai “lavori” l’Assemblea è il quarto punto relativo al Sorteggio e alla Nomina del Collegio dei Revisori dei Conti. L’assegnazione ha visto le istanze di presentazione di 149 professionisti, di questi solo 9 sono stati ieri sorteggiati e, una volta verificata l’idoneità dei loro requisiti, i primi tre sorteggiati saranno designati ufficialmente membri del Collegio. I nomi dei tre estratti sono Garufi Salvo, Cicerone Biagio e Blancato Carmelo. Seguono Mammino Orazio, Napoli Ignazio, Riscini Ignazio, Ripetri Antonino, Caschetto Vincenzo e Veneziano Orazio.

Se l’atmosfera moderata è stata valida per i primi punti, di certo non è valsa per il quinto punto concernente la “Presa d’atto pareri ed approvazione variante urbanistica per la realizzazione di una area di servizio che integra un distributore di carburanti e relativi fabbricati annessi e un complesso immobiliare da adibire a motel e autogrill”.

Un Tino Di Rosolini infuocato e rovente ha fomentato il dibattito in aula. A scatenare le sue ire la convocazione di un tavolo tecnico alla presenza del Sindaco, dell’Assessore all’Urbanistica Carmelo Di Stefano, di tutta la Giunta, dei presidenti della Commissione Urbanistica, Bilancio e Finanze e Affari Generali, nonché dei tecnici, dei dirigenti dei settori interessati e dei i rappresentanti della ditta che ha presentato la progettualità argomento della deliberazione in oggetto. Un incontro che ha visto “un confronto costruttivo tra le parti” secondo Presidente e Sindaco Incatasciato, ma che ha avuto la natura di “un’operazione ricattatoria nei confronti dell’azienda” secondo Di Rosolini.

Tale riunione ha suscitato le perplessità anche del Consigliere Emanuele Monaco che ha chiesto al Sindaco delucidazioni al riguardo. Incatasciato ha chiarito che l’incontro ha avuto sbocco in un accordo bilaterale che prevede la disponibilità della società di un secondo incontro per un’analisi accurata della situazione, a data da destinarsi ma comunque imminente.

La spiegazione del Primo Cittadino non ha calmato gli animi del Consiglio, che nonostante una prima sospensione di 10 minuti, ha portato all’abbandono dell’aula dei consiglieri di opposizione con l’esplicito intendimento di “voler liberare l’impresa suddetta dalle catene“, a costo di ricorrere anche alla Procura della Repubblica se dovesse servire.

Dopo un’ulteriore pausa di un’ora, non essendoci più il numero legale di presenze, il Presidente ha dichiarato aggiornata a stasera la Seduta prevista per le 20.30. I punti restanti all’ordine del giorno sono:

  1. Presa d’atto pareri ed approvazione variante urbanistica per la realizzazione di una area di servizio che integra un distributore di carburanti e relativi fabbricati annessi e un complesso immobiliare da adibire a motel e autogrill;
  2. Determina del gettone di presenza dei Consiglieri Comunali per la partecipazione alle sedute del Consiglio e delle Commissioni Consiliari;
  3. Approvazione schema regolamento comunale per la disciplina del servizio di noleggio con conducente con autovettura;
  4. Regolamento per il commercio su aree pubbliche, modifiche ed integrazioni;
  5. Interrogazioni ed interpellanze.

Come sempre, troverete tutti gli approfondimenti nel prossimo numero cartaceo del Corriere Elorino.

 

- Pubblicità a pagamento -