Di Rosolini: “Cosa sta facendo l’Amministrazione per garantire la cavalcata votiva di San Giuseppe?”

870
- Pubblicità a pagamento -

A circa un mese dalla festa per San Giuseppe, Santo Protettore di Rosolini, non si intravede “luce” per la tradizionale cavalcata votiva che viene svolta in via Manzoni. A interrogarsi sul perchè di questo “silenzio” è il consigliere comunale di opposizione Tino Di Rosolini.

Pubblicità a Pagamento

“So che ci sono le difficoltà, come ogni anno, -dice Di Rosolini- ma ogni anno si è avuta la capacità di risolverli. Ma oggi questo silenzio presuppone che cosa? Che all’improvviso qualcuno dirà che non ci sono le autorizzazioni perchè in sicurezza si possa svolgere questo evento? È necessaria un’assunzione di responsabilità di tutti i contraenti, ivi compreso l’amministrazione. Voglio sapere cosa sta facendo per far sì che si garantisca che questa tradizione possa continuare nell’ambito della sicurezza e nella partecipazione dei cittadini”.

Sull’argomento nei giorni scorsi è apparso sulla pagina Facebook del “Comune di Rosolini” una nota senza firma e con dichiarazione del sindaco Pippo Incatasciato in cui si fa intendere che “non ricorrono più i termini di sicurezza e ordine pubblico utili a garantire la “cavalcata votiva” di sempre”. Nello stesso tempo il sindaco ha garantito come “folklore e tradizione in un corteo votivo che non avrà bisogno di transennamento e offrirà slancio culturale a famiglie e cittadini. I comitati e i cittadini hanno già risposto positivamente e siamo convinti che con l’aiuto degli appassionati, riusciremo a dare lustro a questa festività che è carattere distintivo della nostra cultura”.

- Pubblicità a pagamento -