Distretto Socio Sanitario D46: Avvio dei Servizi all’Infanzia

801
- Pubblicità -

Imminente l’avvio dei servizi all’infanzia nel Distretto Socio Sanitario D46.

- Pubblicità -

Grazie ai fondi stanziati dalPAC Infanzia del I Riparto Finanziarioil, Ministero dell’Interno ha approvato,con Decreto 377/PAC del 30.01.2015,  il Piano di Intervento per i Servizi di Cura all’Infanzia presentato dal nostro Distretto per l’ammontare di € 593.597,70 per il sostegno diretto alla gestione di strutture e servizi a titolarità pubblica e di € 218.951,28 per le spese di ristrutturazione/adeguamento delle strutture destinate ai servizi di nido e micro nido a titolarità pubblica ed acquisto arredi ed attrezzature.

Proprio in questi giorni si è conclusa la gara per l’affidamento della gestione dei servizi di micro nido – nei Comuni di Noto ed Avola, di asilo nido – nei Comuni di Pachino e Rosolini e per lo Spazio Gioco – per il Comune di Portopalo. A breve, sarà pubblicato l’avviso in cui saranno specificate le modalità ed i requisiti necessari per presentare le richieste di iscrizione.

Inoltre, il Ministero dell’Interno ha approvato anche il Piano d’intervento dei servizi di cura per l’infanzia finanziato dal  Secondo Riparto Finanziario PAC.

Il Comitato Operativo per il Supporto e l’Attuazione (C.O.S.A.), nella seduta del 01/07/2015, ha infatti esaminato il Piano d’intervento inviato dal Distretto Socio Sanitario 46 in data 18/05/2015 esprimendo, con nota prot. N. 4260 del 10/07/2015, parere favorevole alla concessione del finanziamento di € 1.442.069,78.

La dott.ssa Giuseppina Ferlisi, responsabile distrettuale del PAC Infanzia, spiega che Il finanziamento consentirà ai cinque comuni del Distretto di garantire i servizi all’infanzia, già attivati con il Primo Riparto, ed altresì il potenziamento degli stessi  grazie all’incremento degli orari/mesi di apertura,  l’aumento dei posti utenti disponibili e l’attivazione di un nuovo servizio integrativo nel Comune di Avola. Inoltre,  i servizi all’infanzia saranno resi in forma gratuita agli utenti appartenenti alle fasce economiche “deboli”.

Il lavoro dei professionisti impegnati nel  Distretto, coordinati dal dott. S. G. Serravalle, è stato determinate per l’approvazione del Piano. In un momento storico come quello attuale,senza tali risorse, infatti, non si sarebbero potuti garantire i servizi all’infanzia nemmeno ai livelli minimi previsti dalla legge.

Il Presidente del Comitato dei Sindaci

Dott. C. Bonfanti

- Pubblicità -