Domani 26 maggio il voto alle “Europee”, ecco come si vota

869
- Pubblicità a pagamento -

Domenica 26 maggio si svolgeranno le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo. Un panorama politico che fungerà come sempre da indicatore delle situazioni politiche interne ai vari stati membri e che, specie nel caso dell’Italia, sarà un test per analizzare “i consensi” dei maggiori partiti italiani dalle nuove elezioni ad oggi.
Il caso Brexit, in questo scenario europeo, ha un po’ confuso e portato a interrogarsi su quale sarà il ruolo del Regno Unito in queste elezioni: senza il Regno Unito infatti il Parlamento Europeo dagli attuali 751 membri si sarebbe ritrovato di colpo con 73 europarlamentari in meno. Con la proroga delle trattative però per queste elezioni gli inglesi saranno regolarmente chiamati al voto.
Anche l’Italia eleggerà 73 europarlamentari e ogni partito ha una lista di candidati diversa per ciascuna delle cinque circoscrizioni in cui è diviso il territorio italiano. Sono in totale 18 le liste presentate ma solo alcune di queste riusciranno ad eleggere gli europarlamentari; è prevista infatti una soglia di sbarramento del 4%: solo i partiti che otterranno più del 4% dei voti validi sull’intero territorio nazionale avranno diritto ad eleggere dei loro esponenti a Strasburgo.
Sul web i sondaggi con dati che sembrano restare piuttosto stabili e che vedono il primato indiscusso della Lega seguita dal Movimento 5 Stelle e dal Pd – con percentuali vicinissime- Forza Italia e per ultima Fratelli d’Italia. Gli unici partiti- dicono i sondaggi- che supereranno di gran lunga la soglia del 4% mentre Più Europa, La Sinistra e gli ecologisti di Europa Verde si troveranno al di sotto di tale soglia.
Come per ogni elezione e a seguito della campagna elettorale oltre al tradizionale partito del “non voto” – che ha spesso deciso l’esito delle elezioni nazionali – c’è una corrente che è quella degli “indecisi” che si candida a essere determinante anche alle prossime europee. Sono coloro che, seppur intenzionati a recarsi alle urne il prossimo 26 maggio, non hanno ancora stabilito per chi votare. Capire da chi sia rappresentati è certamente lo strumento di base che in quest’ultimo scorcio di campagna elettorale può aiutarci a scegliere. Per la circoscrizione Isole (Sicilia e Sardegna) sono state presentate 15 liste.

Pubblicità a Pagamento

COME SI VOTA

Si vota domenica 26 maggio, dalle 7 alle 23. Il voto si esprime tracciando un segno sul simbolo della lista scelta anche non indicando alcun candidato. Si può votare per una sola lista. Nelle righe stampate a fianco del simbolo si possono esprimere fino ad un massimo di tre preferenze indicando il cognome (oppure il nome e il cognome in caso di omonimia) dei candidati scelti che dovranno appartenere alla lista votata. Se si sceglie di esprimere due o tre preferenze queste devono riguardare candidati di genere diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. Nel caso di due o tre preferenze non si possono votare quindi né soltanto uomini né soltanto donne.
Non è possibile effettuare un voto disgiunto: in questo caso la scheda sarà annullata.

- Pubblicità a pagamento -