“E luce sia”: primo sistema di fari a led per illuminare la rotatoria di via Paolo Orsi

3435
- Pubblicità a pagamento -

Stasera 13 agosto la rotatoria di via Paolo Orsi, dopo otto anni dalla sua realizzazione, vedrà per la prima volta “la luce”. Continuano i lavori di miglioria dell’importante arteria stradale, lavori coordinati dal commerciante Giorgio Zocco che da circa un mese ha adottato l’area. E dopo aver ingaggiato diversi artigiani, tra cui Tommaso Sampognaro che ha realizzato un piccolo muretto a secco, e la restauratrice Mariagrazia Migliore, che ha fatto “rivivere” la statua del Sacro Cuore, adesso Zocco ha trovato il sostegno della ditta di “Nino e Corrado Carnemolla”, molto conosciuta in città per la serietà e la professionalità dei suoi lavori.

Pubblicità a Pagamento

Posizionato il primo sistema integrato di fari a led. Il bigliettino da visita della ditta è alquanto interessante e innovativo. La “Carnemolla”, infatti, in maniera completamente gratuita, ha voluto dare un segnale forte all’amministrazione comunale, uno sprone per iniziare la strada dei risparmi dal punto di vista dell’abbattimento dei costi per la pubblica illuminazione. Con l’impianto a led, infatti, il Comune di Rosolini potrebbe risparmiare oltre il 50% delle bollette per la luce. Facendo due conti veloci, se oggi il Comune paga circa 1.200.000 euro l’anno, i costi si potrebbero abbattere fino a circa 550.000 euro l’anno.

I lavori. E’ stato posizionato un palo di oltre 5 metri con 4 fari a led che produrranno luce pari a 1600 watt ma che consumeranno meno di 600 watt. Due fari a led daranno inoltre lustro anche alla statua del “Sacro Cuore”. La ditta, per mettere in essere l’impianto, ha speso circa 2.000 euro, senza contare la manodopera ed il tempo dedicato. Sarebbero bastati quindi poco più di 3.000 euro se il Comune avesse deciso, di sua spontanea volontà, di realizzare l’illuminazione nella rotatoria, rimasta al buio per oltre 8 anni.

“Quando Giorgio Zocco ci ha proposto di realizzare un impianto non abbiamo esitato –dicono Nino e Corrado Carnemolla-. E’ stato amore a prima vista. Da parte nostra eravamo interessati perché vogliamo spronare chi ci governa a capire che i risparmi sono dietro l’angolo: basta poco per realizzarli”.

Da parte sua Giorgio Zocco promette che gli interventi nella rotatoria non finiranno qui. “A fine settembre pensiamo di poter inaugurare la realizzazione completa. Nella rotatoria installeremo anche un impianto di irrigazione che la ditta “Hydro Tech” di Lino Dell’Ali, si è proposto di realizzare. Non finirò mai di ringraziare chi ha deciso di contribuire a realizzare questo mio sogno che da tempo tenevo chiuso nel cassetto. Se oggi la rotatoria ha cambiato aspetto è soprattutto grazie a chi ha voluto credere in me. Ed io non ho intenzione di deludere nessuno”.

- Pubblicità a pagamento -