Il 29 gennaio a teatro “Andata e ritorno in riga serrati” di Giuseppe Spicuglia

145
- Pubblicità a pagamento -

Andrà in scena il 29 gennaio, alle 20.45, presso l’Auditorium Attilio Del Buono.

In occasione della Giornata della Memoria, l’Unicef – sezione Rosolini,Caritas Parrocchia Crocifisso e l’Ass. Varca senza confini con il patrocinio del Comune di Rosolini, propongono uno spettacolo da non perdere, firmato dalla compagnia teatrale “Il cuore di Argante“.

Selezionato tra 200 testi teatrali a partecipare alla rassegna nazionale “Voci dalla Shoah – Premio Settimia Spizzichino e gli anni rubati”, è poi risultato Vincitore del premio della Critica dalla giuria che lo ha voluto premiare all’unanimità, giudicandolo “assurdo, paradossale, quasi quanto la Vita è bella di Benigni, una storia che ti strappa l’anima”; 

“Andata e ritorno in riga serrati” di Giuseppe Spicuglia è una testimonianza tratta da una storia narrata da un sopravvissuto ai campi di concentramento, un ebreo italiano di nome Nedo Fiano, il quale racconta una drammatica storia d’amore che si snoda tra la deportazione e gli orrori.  Un amore impossibile, drammaticamente sbagliato tra Miriam, una ex cantante ebrea di un night club di Berlino che al tempo della deportazione aveva trovato la sua collocazione nel reparto Kanada dislocato nel Birkenau, e Balthez, un soldato semplice delle SS, un reietto in cerca di compiacimento presso i superiori.

Ai margini prende posto poi Helmuth, il nonno di Balthez, guida del ragazzo, depositario di una parentesi della sua vita che non mancherà di riaffiorare in mezzo all’orrore dei campi di concentramento, grazie a Miriam, sorpresa da lui a cantare. Anziché punirla, anziché ucciderla, Balthez si redime, e si innamora di lei.

L’amore oltre l’orrore, oltre la paura. Un gesto d’amore sotto il cielo di Auschwitz, diventa un gesto eroico inconsapevole, simbolo che l’Amore, anche quando è inconsapevole, chiama Amore, e paga sempre.
La regia è dello stesso autore, Giuseppe Spicuglia che andrà anche in scena anche nel ruolo di Balthez.
Il prezzo del biglietto è di 7 euro e potrà essere acquistato presso i seguenti punti vendita: Studio Petrolo, via Manzoni; Impronta shoes & bags, via Galilei; Aruci, via Ariosto oppure rivolgersi ai seguenti contatti: 389 19 64 034  –   328 33 65 010   –    329 93 36 359

 

- Pubblicità -