- Pubblicità a pagamento -

Aiuole non potate, foglie non raccolte, erba alta e acqua sporca nella vasca. La manutenzione del verde del Parco Giovanni Paolo II non è certo delle migliori per non parlare dei maleducati che lasciano sul posto bottiglie di vetro, plastica e altro che non fanno che alimentare la situazione di degrado.

Pubblicità a Pagamento

Basta un rapido giro nel parco per accorgersi che qualcosa non va, a partire dalla mancanza di manutenzione del verde quando siamo ormai alla fine della stagione estiva. Il parco, infatti, è popolato soprattutto a luglio e agosto, due mesi in cui la situazione non è stata tanto diversa da quella che si vede oggi.

Un vero peccato se si pensa che fino a ieri il luogo è stato scelto da una coppia di sposi per immortalare il loro giorno più bello. I cittadini pensano di scendere nel punto più bello della città ed invece trovano il degrado, la trascuratezza.

Il bigliettino da visita della città non può rimanere in questo stato e c’è già chi rimpiange le misure alternative che erano nate lo scorso anno quando fu l’associazione “Città Verde” a occuparsi della manutenzione del verde pubblico, facendo diventare il parco, nel giro di qualche giorno, un vero e proprio gioiellino tutto da ammirare.

Allo stato attuale la situazione è quella mostrata in foto e siamo sicuri che l’amministrazione troverà il modo per migliorare la situazione. Lo farà, però, ancora una volta, in ritardo, quando la bella stagione è ormai al tramonto.

- Pubblicità a pagamento -