Inchiesta “sentenze pilotate”, nuovi guai giudiziari per il deputato Giuseppe Gennuso

3717
- Pubblicità a pagamento -

Nuovi guai giudiziari per il deputato regionale Giuseppe Gennuso che questa mattina è stato arrestato in riferimento al filone di inchiesta della Procura di Roma sulle indagini riguardanti sentenze “pilotate” nel Consiglio di Stato. Tra le persone arrestate e finite ai domiciliari ci sono anche l’ex giudice del Consiglio di Stato, Nicola Russo, l’ex giudice del Cga Raffaele Maria De Lipsis, e l’ex consigliere della Corte dei Conti Luigi Pietro Maria Caruso.

La notizia sta avendo una vasto eco nella stampa nazionale. L’indagine è partita dopo l’arresto dell’avvocato Piero Amara, finito in manette con l’accusa di associazione a delinquere per la commissione di reati quali falso e corruzione di atti giudiziari. Insieme a lui arrestato anche un altro avvocato, Giuseppe Calafiore. Dalle loro testimonianze si è arrivati agli arresti di oggi.

L’indagine è quella relativa a presunte sentenze pilotate presso palazzo Spada e il Cga siciliano. Un giro di mazzette che fa riferimento al giro dell’avvocato Piero Amara.

Nel particolare, la sentenza riguardante Gennuso, è quella con la quale De Lipsis ha accolto il ricorso del deputato rosolinese annullando le elezioni regionali in alcune sezioni di Rosolini e Pachino, con conseguente ritorno all’Ars di Gennuso.

Al momento Gennuso è irreperibile in quanto stava partecipando ad una fiera agricola a Berlino. Dovrebbe tornare a Rosolini in giornata.

- Pubblicità -