Inciviltà senza fine a Rosolini: l’ennesima discarica a cielo aperto

767
- Pubblicità -

Continua senza sosta l’operato del nuovo Assessorato all’Ecologia, con a capo il Vice Sindaco Giovanni Spadola. Continuano però, anche gli episodi di inciviltà da parte di cittadini privi di buon senso e buone pratiche.

- Pubblicità -

Di poco fa, l’ennesimo episodio di abbandono selvaggio di rifiuti a cielo aperto, segnalato nella strada alle spalle del Cimitero Comunale.

Una discarica tra pieno centro urbano e periferia della città, andata in fiamme, probabilmente in queste ore, in cui sono visibili i segni dei comportamenti vergognosi di persone incivili e poco rispettose del luogo in cui vivono. Un mix di spazzatura di ogni genere, dagli alimenti, alla plastica, lattine, bottiglie, ai materassi e mobili incendiati che generano nella zona un’aria tossica e per niente respirabile.

Nonostante le azioni dell’ex e dell’attuale Amministrazione Comunale, di promozione e sensibilizzazione della raccolta differenziata. Nonostante le soluzioni adottate per contrastare questa inciviltà senza fine, e i diversi messaggi ed esempi volti a combattere i comportamenti alla base del degrado urbano, questi ultimi restano ancora, purtroppo, parecchio radicati.

La città si dimostra impreparata ad un passaggio epocale come quello dell’eliminazione dei cassonetti e della conseguente raccolta differenziata. Per pigrizia o negligenza una buona fetta dei rosolinesi mal digerisce l’idea della differenziata mostrando il suo volto peggiore, ovvero un tasso di inciviltà a dir poco elevato.

Un fatto grave che ha fatto scattare sanzioni e multe: non si può fare altrimenti, i cittadini incivili vanno multati ed in maniera severa. Solo così potranno essere educati ad una cultura del senso civico e del rispetto dell’ambiente e del decoro della propria città.

La situazione è dunque grave, serve un’inversione di tendenza che parte dalla città stessa. Ma poco cambierà senza un cambio di mentalità e di comportamento di una larga gamma di cittadini che definire incivili, in queste ore, è davvero riduttivo.

- Pubblicità -