Le Mini Guide dell’Istituto “E. De Cillis” in tour per il Centro Storico

313
- Pubblicità a pagamento -

Tour per il Centro Storico delle Mini Guide di I^D e I^F

Pubblicità a Pagamento

Giorno 4 giugno, dopo aver studiato, durante le ore di Approfondimento e di Storia, i monumenti e la storia del nostro paese, a conclusione di un attività di apprendimento sul territorio, noi alunni delle Prime Medie D ed F dell’Istituto “De Cillis”, accompagnati dalle professoresse di Lettere Giovanna Lorefice e Rosalia Spatola, abbiamo visitato i maggiori monumenti, palazzi, piazze del Centro Storico Borgo Feudale, spiegandone le caratteristiche storiche e artistiche ai nostri compagni ed ai passanti incuriositi dalla nostra presenza.

Ci siamo resi conto, però, che bisognerebbe salvaguardare e valorizzare di più questi monumenti, come la “Madonna del Buon Consiglio”, posta nella rientranza di una casetta popolare, sommersa, per incuria e per l’inciviltà della gente, da rifiuti.

Abbiamo visto anche i resti del Castello “Platamone” distrutto dal terremoto del 1693, di cui resta una piccola torretta campanaria e, all’interno di una proprietà privata, inaccessibili ai visitatori, una scala che conduceva alle prigioni e una Basilica ipogeica. Vicino al castello c’era la Chiesetta dell’Immacolata, da cui prende il nome l’omonoma via, purtroppo abbattuta. Stessa fine l’antico abbeveratoio di Piazza Masaniello, fatto costruire nel 1770 su disposizione del principe Moncada. Di  questi monumenti, purtroppo, rimangono solo foto e disegni.

Il nostro patrimonio artistico-monumentale è bellezza, storia, cultura, e può diventare un’importante fonte economica per il nostro Comune ed è per questo che va valorizzato e salvaguardato. Noi mini guide ci impegniamo a condividere questa consapevolezza con i nostri concittadini.

Un’esperienza inaspettata, e per noi significativa, è stato l’incontro con Angelo “u Sciellu” che, dopo aver recitato le sue poesie, ci  ha spiegato come  per  lui, la poesia, la musica e la lettura rappresentino un antidoto alla depressione, invitandoci a leggere di più e fare minor uso della tecnologia.

Vogliamo, quindi, ringraziarlo per averci donato la sua esperienza e le sue sagge parole ed aver arricchito ulteriormente la nostra uscita didattica.

Salvatore Lorefice, Alice Sarta, Clara Zocco e Samuele Gugliotta di 1^F

- Pubblicità a pagamento -