Lettera di una cittadina di Pachino ai Commissari: “Tranquillizzate i pachinesi, così come gli altri sindaci fanno con i loro cittadini”

138
- Pubblicità a pagamento -

Riceviamo e pubblichiamo una lettera da parte di una cittadina del comune di Pachino che si è fatta portavoce di un malessere generale di tutta la comunità che chiede, al pari degli altri comuni, rassicurazioni, certezze e presenza delle istituzioni. In tutti i comuni del comprensorio ogni giorno i sindaci comunicano i loro dati ai cittadini e li rendono partecipi dei retroscena dell’emergenza, burocratici e sanitari, mentre questo pare non avvenire al Comune di Pachino che ricordiamo, al momento è in mano ai Commissari che pare, a detta dei cittadini, non “collaborino” abbastanza.  La lettera della cittadina: 

Pubblicità a Pagamento

“Gent. mi Commissari straordinari  del Comune di Pachino Dott. Carmelo Musolino – Viceprefetto, Dott.ssa Rosanna Mallemi – Viceprefetto Aggiunto, Dott. Vincenzo Lo Fermo – Dirigente Ministero dell’Interno, premesso che siamo consapevoli dell’attuale emergenza Covid-19 che interessa tutto il Nostro Paese e delle numerose incombenze che avete in carico, Vi chiediamo una partecipazione più attiva e tranquillizzante nella vita della Comunità, una partecipazione mirata a tranquillizzare i cittadini pachinesi in loco e quelli che, come la sottoscritta, sono confinati al nord italia.

L’intera Comunità sta vivendo un momento di estrema crisi, sociale ed economica, e l’assenza di messaggi ufficiali da parte delle più alta rappresentanza dello Stato sul territorio non fa che rendere la situazione ancora più critica: in queste settimana si è diffuso il panico, messaggi privati che accusavano persone, dicerie su gente che dal nord si è rifugiata in casa senza segnalarsi alle autorità, terrore per due presunti casi di pachinesi affetti da Covid19 di cui non abbiamo però una comunicazione ufficiale del Comune.
Molti Sindaci stanno facendo lo sforzo di condividere lo stato di aggiornamento di pazienti risultati positivi al test del Covid19 e di quelli in quarantena preventiva (tutelando ovviamente la privacy dei soggetti), delle azioni di contenimento e delle numerose azioni di solidarietà. Potrebbe essere utile pubblicare un form sul sito del Comune in cui le attività commerciali che si avvarranno del servizio di consegna a domicilio possono censirsi?
Proviamo a pensare al singolo cittadino che arranca alla ricerca di informazioni ufficiali e facilmente reperibili.
Fiduciosa che ogni spunto di riflessione ed ogni idea possa essere utile per vincere al meglio la Nostra battaglia,
Vi porgo i miei saluti.
Una cittadina pachinese
- Pubblicità a pagamento -