“Maglia nera” all’Ars per Pippo Gennuso, risultato il più assente tra i deputati

1730
- Pubblicità -

Assente alla metà delle quaranta sedute dell’Assemblea Regionale Siciliana registrate tra il primo gennaio e il 30 giugno: assieme a Nino Germanà del Nuovo Centro Destra è il rosolinese Pippo Gennuso a conquistare la maglia nera degli assenteisti. Germanà ha però prodotto una cinquantina di atti tra disegni di legge, mozioni ed interrogazioni, mentre Gennuso ha presentato solo tre interrogazioni. Il titolo di stacanovista va invece al deputato del Nuovo Centrodestra Vincenzo Vinciullo, con ben 786 atti presentati di cui 681 sono interrogazioni con le quali, spesso, ha chiesto spiegazioni al governo su problemi che riguardano la provincia di Siracusa. Il più presente risulta il grillino Salvatore Siragusa, con solo 4 assenze, seguito a ruota da Stefano Zito, anche lui pentastellato, che oltre alle 35 presenze può vantare dall’inizio della legislatura il maggior numero di atti presentati, ben 201 di cui 100 sono le interrogazioni. «Queste sono solo speculazioni politiche – afferma il deputato regionale Pippo Gennuso -. Potrei fare anche io come questi “scienziati” che copiano i disegni di legge presentandone mille, ma che senso ha se poi non vengono approvati? L’importante è produrre atti che vengano portati fino in fondo, non solo per fare numero. Comunque io mi sono insediato solo sette mesi fa, e ho avuto bisogno di tempo per ambientarmi. Inoltre, sono stato in convalescenza per due mesi; c’è chi vuole speculare, ma le mie assenze sono giustificate».

Giovanna Alecci

- Pubblicità -