Maturità: premiati i 10 studenti centisti degli istituti superiori

904
- Pubblicità a pagamento -

Giuseppe C., Chiara, Renata, Mariachiara, Giuliana, Salvatore, Nina, Salvatore B., Giuseppe e Pietro. Non solo dei nomi, non solo ordinari studenti, più di ogni altra cosa straordinarie menti a cui vanno le più sentite congratulazioni per aver ottenuto all’Esame di Stato il massimo dei voti.

Un gruppo di 10 giovani del “I Istituto Superiore Archimede” dagli occhi vivaci, svegli e pieni di volontà da vendere, stamattina è stato premiato in Aula consiliare durante la tradizionale cerimonia degli attestati agli alunni che hanno superato la Maturità conseguendo il voto di 100/100.

Pubblicità a Pagamento

I centisti, accolti dal Sindaco Pippo Incatasciato, dall’assessore alla Pubblica Istruzione Concetta Guarino, dell’assessore ai Lavori Pubblici Carmelo Di Stefano, il secondo collaboratore dell’istituto, la prof.ssa Cinzia Spatola e dai responsabili dei settori comunali Alberto Bonomo (Cultura) e Carmelo Vindigni (P.I.), hanno ricevuto una pergamena personalizzata e dei libri alla presenza di genitori, compagni di classe e diversi docenti che insieme hanno gioito per il traguardo raggiunto dai ragazzi.

Un merito il loro, che certamente si unirà agli innumerevoli ricordi che questi studenti porteranno sempre nel loro cuore e che li legheranno alla tradizione di una scuola ben radicata e consolidata all’interno del territorio.

Il Sindaco Incatasciato e l’Assessore Guarino si sono voluti congratulare con i ragazzi e le ragazze per il grande risultato ottenuto frutto di anni di impegno quotidiano e di grande dedizione come anche con coloro che, pur non avendo raggiunto il massimo dei voti, hanno dimostrato amore per l’istituzione scolastica. “Auspichiamo – hanno affermato -, che i nostri giovani possano continuare ad interagire con il nostro territorio e con la nostra città anche nel sociale e nella politica. E nel caso studiassero fuori sede ci auguriamo possano nel prossimo futuro importare le proprie professionalità maturate altrove, così da contrastare i dati allarmanti circa l’esodo dei giovani”.

Un fervido augurio è stato espresso anche dalla Prof.ssa Spatola a nome di tutta la comunità scolastica: “che questi giovani – si è augurata -, possano raggiungere risultati sempre più ragguardevoli e incamminarsi con entusiasmo lungo il percorso della vita contribuendo all’edificazione di un mondo e di una società migliori”.

E così: Giuseppe Calabrese, Chiara Paternò, Renata Savarino, Mariachiara Giunta, Giuliana Raimondo, Salvatore Galazzo e Rizza Nina per il Liceo; Salvatore Bonomo, Giuseppe Giannone e Pietro Franzò per l’Itis, hanno dimostrato di essere ragazzi dai grandi propositi e dalle idee chiare sul proprio futuro, che con estrema umiltà e semplicità hanno accolto tale riconoscenza, consapevoli che questo primo diploma sia solo un trampolino di lancio per vette più impegnative e più alte.

Grandi speranze e tenaci aspettative le loro, che hanno tutti i presupposti per raggiungere quelli che saranno ambiziosi e grandiosi orizzonti futuri.

Da sinistra: Giuseppe Giannone, Renata Savarino, Giuliana Raimondo e Mariachiara Giunta

 

Giuliana, Mariachiara, Renata, Giuseppe:

Non ce l’aspettavamo in verità. Siamo felici e soddisfatti del risultato, con la consapevolezza che questo è il primo traguardo, ci auguriamo, di tanti altri

 

Da sinistra: Pietro Franzò e Salvatore Bonomo

 

Salvatore e Pietro:

Gli esami non sono stati difficili. Questo voto è stato il frutto di 5 anni di studio, sacrifico e costanza

 

 

Giuliana Raimondo proverà i test di Medicina e Chirurgia e quelli per le professioni sanitarie, come prima scelta Logopedia.

Mariachiara Giunta, per la forte passione verso le materie scientifiche, proverà le selezioni per Medicina e Chirurgia e Scienze biologiche, così come Chiara Paternò.

Renata Savarino è già immatricolata in chimica e tecnologia farmaceutica.

Giuseppe Giannone si impegnerà per i test d’ingresso in Ingegneria elettronica al Politecnico di Torino.

Salvatore Bonomo e Pietro Franzò hanno il sogno di entrare a far parte delle Forze dell’Ordine dello Stato e proveranno ad accedere all’Accademia dell’Arma.

A queste eccellenze rosolinesi, ma anche ai centisti assenti per preparazione ai test d’ammissione all’Università o per vacanza studio, e a quelli che hanno studiato duramente per ottenere la maturità, l’augurio è quello di ottenere tante soddisfazioni nel proseguo degli studi o in ambito lavorativo oltre, ovviamente, a quello di fare…buone vacanze!

 

 

 

 

 

 

 

- Pubblicità a pagamento -