Mensa scolastica, pasto da “terzo mondo”?

2536
- Pubblicità a pagamento -

Un “esercito” di bambini degli Istituti Comprensivi della città, dal lunedì al venerdì si siede nei tavoli della propria scuola e consuma il pranzo in mensa.

Pubblicità a Pagamento

Sulla salubrità delle pietanze che finiscono nei piatti delle mense non possiamo sindacare. Ma la bontà del giudizio cambia se si passa dalla qualità alla quantità del cibo servito, perché nel secondo caso la lamentela è unanime: poche foglie di spinaci e un solo bastoncino di merluzzo è il pasto servito oggi ai piccoli alunni.

Sono diverse le famiglie che stanno segnalando il disagio della portata di oggi, una criticità che sembri non essere l’unica dall’inizio del servizio.

L’Assessore competente Concetta Guarino, il Sindaco Incatasciato e il Funzionario comunale di riferimento, si stanno già interessando alla problematica, a tal punto da aver immediatamente convocato a mezzo PEC, non appena ricevuta la segnalazione, una riunione tra le figure interessate: i docenti referenti dei tre Istituti Scolastici Comprensivi, il biologo nutrizionista che cura i menu, i rappresentanti dei genitori e i responsabili e il titolare della Ditta che gestisce il servizio, la Coop. Soc.”ORCHIDEA” di Bagheria (PA).

Il punto all’Ordine del Giorno dell’incontro che avrà luogo martedì 9 aprile, tratterà e discuterà la tematica riguardante le “criticità presentate dagli utenti“.

L’appuntamento è previsto per le ore 12 presso la sala Giunta del Palazzo di Città.

- Pubblicità a pagamento -