Nucleo di valutazione, l’opposizione: “Il Comune si costituisce parte civile contro il sindaco?”

758
i sei consiglieri di opposizione Enzo Vigna, Anna Azzaro, Tino Di Rosolini, Giovanni Spadola, Maria Concetta Iemmolo e Corrado Roccasalvo.
- Pubblicità a pagamento -

Il Comune di Rosolini si sta costituendo parte civile contro il sindaco Pippo Incatasciato?

Pubblicità a Pagamento

A chiedere delucidazioni in merito a questa vicenda sono i sei consiglieri di opposizione Corrado Roccasalvo, Tino Di Rosolini, Giovanni Spadola, Anna Azzaro, Enzo Vigna e Maria Concetta Iemmolo che hanno, chiedono di sapere sapere dall’ufficio legale del Comune di Rosolini se sia stata predisposta la delibera per consentire alla giunta comunale la costituzione di parte civile del Comune di Rosolini in vista dell’udienza dell’11 novembre prossimo.

In questa data, infatti, si svolgerà l’udienza preliminare nella vicenda riguardante la nomina del nucleo di valutazione, con richiesta di rinvio a giudizio del sindaco Pippo Incatasciato accusato di “abuso d’ufficio in concorso” assieme a Gianni Cassarino, Gianluigi Pitrolo, Simone Migliore e Viviana Basilico, un procedimento in cui il Comune di Rosolini è stato individuato come “parte offesa”.

E i sei consiglieri di opposizione vogliono sapere come si muoverà il Comune in questa vicenda. “Nel caso contrario che il Comune non si costituirà parte civile -scrivono i consiglieri di opposizione-, chiediamo una dettagliata relazione da parte del dirigente dell’ufficio legale, circa gli atti di indirizzo amministrativo volti a non predisporre l’atto dovuto”.

Nella vicenda il sindaco Pippo Incatasciato sarà difeso dall’avvocato Giovanni Di Pasquale, nominato esperto legale dell’Amministrazione Comunale. “Su questo -aggiungono i consiglieri-, vogliamo sapere se non sussistano motivi di incompatibilità tra la funzione di esperto legale del Comune di Rosolini e la funzione di difensore dell’indagato Giuseppe Incatasciato nello stesso procedimento ove lo stesso Comune di Rosolini è controparte in quanto persona offesa del reato”.

La nota dei sei consiglieri inviata all’ufficio legale tende inoltre a sapere “se risultino contestate eventuali incompatibilità al componente del nucleo di valutazione Gianni Cassarino e Simone Migliore, anch’essi indagati insieme al sindaco nello stesso procedimento penale”.

- Pubblicità a pagamento -