Ospedale Provinciale di Siracusa. Gennuso: “Chiederò ai Comuni un loro parere”

187
- Pubblicità a pagamento -

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del deputato regionale, On. Pippo Gennuso sul nuovo Ospedale Provinciale di Siracusa in cui dichiara che occorrerebbe chiedere il parere delle realtà locali. Di seguito il testo integrale.

Pubblicità a Pagamento

PALERMO –  Il deputato all’Ars On. Giuseppe Gennuso ribadisce il suo apprezzamento per gli sforzi che stanno compiendo il presidente della Regione, Nello Musumeci e l’assessore alla Salute, Ruggero Razza, per l’accelerazione sul progetto del nuovo ospedale provinciale di Siracusa. Sulla questione dell’ubicazione del nosocomio, il deputato siracusano mette dei paletti, che poi rappresentano la volontà di tante amministrazioni locali del territorio.

Pensare che possa essere il consiglio comunale di Siracusa a stabilire dove realizzare la nuova struttura non sta né in cielo, né in terra. Va detto a chiare lettere che il finanziamento del Ministero della Salute, non è destinato al capoluogo, ma i 140 milioni di euro disponibili sono per la costruzione di un ospedale provinciale. Non vorrei che su questa storia ci fossero dei colpi di mano.

In tal senso chiederò ai sindaci ed ai presidenti dei consigli comunali dei centri della zona Sud, area collinare e zona Nord di fare esprimere le loro rispettive assemblee votando una mozione. Il nuovo ospedale deve sorgere in un’area logisticamente compatibile con tutto il territorio.

Ho apprezzato – prosegue Gennuso – quanto ha sostenuto il sindaco di Siracusa, Francesco Italia in occasione del vertice con il presidente della Regione e con l’assessore Razza che a precisa domanda del governatore ha risposto ‘che da alcuni Comuni della provincia siracusana è pervenuta, frattanto, la richiesta di voler rimettere in discussione il sito prescelto, per cui si è riservato di riportare il tema all’esame del consiglio comunale’. Il presidente della Regione ha detto che è giusto coinvolgere le realtà locali, ma bisogna fare presto. Anch’io sono d’accordo che non c’è più tempo da perdere, ma un’opera pubblica così importante, va fatta con tutti i criteri. Sarebbe assurdo realizzare l’ospedale al centro della città”.

Palermo, 3 novembre 2018

- Pubblicità a pagamento -