Raccolta alimentare promossa dal gruppo Sel di Rosolini. “La città ha bisogno di questi messaggi: non parole, ma fatti”

813
Nella foto: Corrado Fioretti, presidente di Sel, insieme a Padre Alessandro.
- Pubblicità -

Solidarietà con la raccolta alimentare promossa dal gruppo Sel di Rosolini, con in testa il presidente Corrado Fioretti. Tra martedì 7 e mercoledì 8 aprile i giovani di “Sinistra Ecologia e Libertà” hanno raccolto diversi prodotti alimentari di prima necessità – pasta, latte, tonno, fagioli, salsa, ecc. – dai vari supermercati della città, prodotti successivamente donati alla parrocchia del Cuore Immacolato di Maria a favore dei bisognosi.

- Pubblicità -

La raccolta è stata possibile grazie all’impegno di tutti i membri del circolo Sel di Rosolini, che per tutte le due giornate si sono attivati in prima persona, e alla collaborazione dei supermercati e di coloro i quali hanno aderito all’iniziativa.

«Nelson Mandela diceva “Sconfiggere la povertà non è un atto di carità, è un atto di giustizia”, ed è da questa frase che abbiamo tratto esempio per la nostra iniziativa – spiega il presidente di Sel Corrado Fioretti-.  Un atto di carità, un aiuto a chi ne ha veramente bisogno. Abbiamo consegnato tutta la spesa raccolta alla parrocchia del Cuore Immacolato di Maria, e sarà la stessa chiesa e il parroco don Alessandro a smistare i generi alimentari alle famiglie bisognose. Questa forte crisi sta devastando quasi una famiglia su tre ed è da qui che si deve partire, dal piccolo per costruire un grande futuro! Piccoli gesti che rappresentano tanto. A nome del circolo Sel di Rosolini -conclude Fioretti- ringrazio tutti coloro i quali hanno aderito a tale iniziativa e hanno reso possibile tale raccolta. Un’ulteriore appello va agli enti comunali: che comincino a pensare ai veri problemi che affliggono la società».

Giuseppe Gallato

- Pubblicità -