Si è dimesso l’Esperto del sindaco Corrado Latino

1390
- Pubblicità a pagamento -

Una nomina che ha scatenato le critiche di forze politiche e cittadini. Un incarico la cui natura ha ricevuto l’accusa di presunta illegittimità per mancanza di curriculum che attestasse una comprovata e documentata esperienza professionale compatibile alle mansioni affidate. Sollevata solo ieri dal Consigliere d’opposizione Corrado Roccasalvo, la questione è stata ripresa nuovamente oggi dallo stesso, il quale è tornato sull’argomento, indicando un altro profilo di invalidità, che rientrerebbe nel mancato impegno di spesa all’interno dei capitolati del bilancio di previsione.

Denunce queste, che lasceranno il tempo che trovano in quanto è di poco fa la notizia che il Dott. Corrado Latino si dimette da Esperto Sindacale.  Con propria decisione, Corrado Latino ha rassegnato le dimissioni. I motivi, protocollati stamani, sono quelli di inderogabili e sopravvenuti impegni lavorativi.

Nella sua lettera di dimissioni indirizzata al Sindaco Giuseppe Incatasciato, il dott. Corrado Latino lo ringrazia per la fiducia accordatagli rimanendo a disposizione dell’Amministrazione Comunale.

Il Sindaco nel prendere atto della decisione del dott. Latino afferma:

Apprendo con rammarico la determinazione del dott. Latino che, pur tuttavia, nel ringraziarlo per il lavoro svolgo fino ad oggi, la rispetto in quanto legata a sopravvenute esigenze lavorative che non si sposano con lo svolgimento dell’incarico a tempo pieno conferitogli.
Tengo comunque a sottolineare, prosegue il primo cittadino, che la figura era e rimane assolutamente strategica per qualificare l’Ufficio di Gabinetto per le prerogative che attengono a detto Ufficio. A tal riguardo, preciso che l’Amministrazione che rappresento punta a potenziare e migliorare l’assetto organizzativo dell’Ente, affinché possa garantire i servizi primari ai cittadini nonché a garantire un salto di qualità in termini manageriali per captare risorse europee, e consentire, finalmente, alla nostra Città di far parte integrante del circolo virtuoso attivatosi nel comprensorio sotto l’aspetto sociale, culturale ed economico”.

Un paio di riflessioni intendiamo avanzare sull’argomento: L’incapacità di coniugare le attività da svolgere presso l’Ufficio del Gabinetto con il proprio lavoro personale, non era una prerogativa da valutare ante tempus? L’indispensabilità iniziale della nomina, adesso non è più prioritaria?

Certo che lo è. Ma ci prenderemo del tempo prima di ripristinare gli Uffici. Adesso prendiamo atto di ciò, procedendo a piccoli passi con le dovute valutazioni e azioni che saranno proiettate alle esigenze e alle necessità dell’Ente“, ci riferisce serenamente il Sindaco.

Ma tra tutte, una domanda sorge spontanea: È una coincidenza che le dimissioni di Latino siano arrivate all’indomani delle accuse di illegittimità della sua nomina?

Si, è assolutamente un caso“, risponde Incatasciato, “il beneficio del dubbio” per i più scettici,  concediamo noi.

 

- Pubblicità -