Spazio cultura Poidimani, il Prof. Meli:”Spostarlo dalla piazza? È come fare i conti senza l’oste”

Spazio cultura Poidimani, il Prof. Meli:”Spostarlo dalla piazza? È come fare i conti senza l’oste”

Il professore Piero Meli interviene ancora sulla vicenda dello spazio cultura Biagio Poidimani, anche a nome della famiglia di cui  è unico referente.

“Avevo deciso di non prendere più la parola sull’increscioso caso “Spazi Culturali Biagio Poidimani”, considerando, almeno per me, il caso ormai chiuso” – scrive il Prof. Meli.”È con tanta amarezza che mi sento costretto a riprendere la penna per precisare alcune cose.

La famiglia Poidimani è profondamente indignata nel dover costatare che le opere del loro congiunto, a Rosolini vengano utilizzate come merce a scopo politico.

Tutti sanno che, trattandosi di una donazione, tempi, luoghi e modalità varie vanno concordate con il donatore. Spostare il museo dalla piazza principale e portarlo in un’altra parte della città, con una decisione non concordata in precedenza con i donatori, è come fare i conti senza l’oste. Allontanare il museo dalla piazza Garibaldi significa anche sminuire, svalorizzare le opere donate, come pure mortificare l’artista stesso, togliendo dignità e valore a ciò che lo ha reso conosciuto e famoso in tutto il mondo.

Mi piace ricordare che i contatti tra il Comune di Rosolini e la famiglia Poidimani donatrice, per eventuali accordi tra le parti, passano solo attraverso il sottoscritto essendo l’unico incaricato dalla famiglia a rappresentarla.

Da sempre è stato il sottoscritto a dialogare, su questo argomento, con tutti i sindaci che si sono succeduti nel tempo, dall’avv. Giovanni Giuca fino ad arrivare all’attuale avv. Pippo Incatasciato, essendo il sottoscritto, ripeto, il solo referente della famiglia Poidimani. Tali contatti il sottoscritto continuerà a tenerli fino a quando il museo B. Poidimani, a Rosolini, non diventerà una realtà. A tale proposito qualsiasi dichiarazione per conto della famiglia Poidimani, fatta da altre persone è da considerare inutile e senza nessun valore.

Chiunque si sieda dietro quella scrivania non può mai obbligare la famiglia Poidimani ad accettare scelte senza averle concordate in precedenza.

Con questo concludo, nella speranza di essere stato chiaro e corretto nello stesso tempo.

-Prof. Piero Meli-     

CATEGORIE
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )