Successo del “Soroptimist Day”: donne che si raccontano attraverso la scrittura, la poesia e la pittura

491
- Pubblicità a pagamento -

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a firma della Prof.ssa Giovanna Lorefice – Soroptimist Club Val di Nooto, riguardante il successo del “Soroptimist Day” tenutosi il 10 dicembre presso locali del 100Once alla presenza di socie, amiche e figure di spicco culturale.

Il testo della nota

“In occasione dell’anniversario della Dichiarazione dei diritti umani e a conclusione dei 16 giorni di attivismo iniziati il 25 Novembre,  giornata contro la violenza di genere,  il Soroptimist club val di Noto, attraverso le “sorelle” di Rosolini, ha celebrato,  proprio  a Rosolini, giorno 10 Dicembre,  il  “Soroptimist day“, durante un “tè con le amiche” presso il 100 Once; mentre  la fontana del Tritone è stata illuminata di arancione, su iniziativa delle Soroptimist, rispondendo all’invito ONU “Colora il Mondo di arancione contro la violenza di genere“.

Pubblicità a Pagamento

È stato  presentato il libro “I buchi dell’anima” di Maria Alecci e Nunzia Fasano. In esso le due psicoterapeute hanno raccolto, in un connubio tra prosa e versi, storie di donne, che durante la terapia  mostrano i buchi che le ferite, il dolore… producono nelle loro anime.

Ha fatto da moderatrice la Prof.ssa. Cinzia Spatola.

È intervenuta, a parlare della “Dichiarazione dei diritti umani” e  del cammino delle donne verso l’emancipazione la professoressa di Storia e Filosofia Tina Aprile.

È intervenuta, poi, a parlare del  libro, la dottoressa e scrittrice Maria Alecci.

La pittrice Nilde Russo ha, invece,  mostrato la sua interpretazione artistica della donna attraverso l’ esposizione di alcuni suoi dipinti.

La professoressa Giuseppina Milceri ha portato la sua esperienza di donna consapevole di avere una ricchezza da sviluppare e donare attraverso la passione per la storia ed il patrimonio artistico-culturale del territorio; perché una donna ha il diritto e a sviluppare, esprimere e condividere i suoi talenti e le sue potenzialità, nonostante le ferite nel corso della vita.

La Prof.ssa Cinzia Spadola ha mostrato  il progetto abbracciato dal Nazionale per dare significato concretamente al Soroptimist Day,  giorno in cui tutti i club dedicano le loro risorse e le loro attività a raccogliere fondi da devolvere per questo biennio.

La professoressa Giovanna Lorefice, infine, dopo aver fatto da lettrice, ha concluso intervenendo sul ruolo della donna, della madre e dell’insegnante nell’Educazione all’Amore e al rispetto. Lo stesso colore arancione, seguendo un pensiero positivo, non nega , ma invita ad amare, rispettare ed aver cura.

L’Amore, il rispetto, l’aver cura, in fondo, sono i legami di ogni educazione: che sia all’ambiente, al territorio. In primis, però, sta l’ educazione all’amore, al rispetto e alla cura di sé stessi”.

 

 

- Pubblicità a pagamento -