Tonino Basile nuovo segretario del circolo Pd di Rosolini: “I giovani sono il presente”

909
L'avvocato Tonino Basile
- Pubblicità a pagamento -

Gli iscritti e simpatizzanti del Pd di Rosolini hanno eletto all’unanimità dei presenti, il giovane Tonino Basile, 33 anni, laureato in giurisprudenza, nuovo segretario pro tempore del Circolo Pd di Rosolini. L’elezione è avvenuta ieri sera nella sede di via Aprile.

Pubblicità a Pagamento

Stamani il direttivo del Pd di Rosolini ha diramato un comunicato che pubblichiamo integralmente: “A seguito delle dimissioni del segretario Vanni Baglieri, a cui va riconosciuta l’operosità e l’impegno che ha profuso nel ricoprire la carica per oltre cinque anni, il direttivo del Pd di Rosolini ha scelto di consultare gli iscritti e simpatizzanti al fine di poter ricoprire il ruolo di segretario. Gli iscritti e simpatizzanti, convocati per giorno 8 novembre, alle 21, hanno eletto all’unanimità Tonino Basile a ricoprire la carica di segretari o pro tempore.

Il neo segretario ha illustrato nel documento di sintesi politico-programmatica la linea di intenti da seguire e, in particolare, la cura della comunità democratica ricostruendo la “cittadinanza delle idee” di chiunque voglia dare il proprio contributo.

Rivolgersi alle parrocchie, ai movimenti, alle associazioni e a tutta la società civile per cercare con queste realtà, vive e presenti, di ricreare il tessuto sociale e farla finita con la società dei “social”.

Altro punto toccato nel documento è stato la mancanza di partecipazione dei giovani alla vita politica. Con i giovani bisogna avere il coraggio di sperimentare l’elaborazione di nuovi processi politici adatti alle condizioni socio economiche della nostra città che devono avere come unico obiettivo il bene comune, partendo dal presupposto che i giovani non sono il futuro sono il presente e bisogna ascoltarli qui e ora.

Infine, in quanto ai rapporti con l’amministrazione comunale con cui condividiamo l’azione amministrativa, il neo segretario ha riconosciuto l’operosità e la dedizione dei tre consiglieri comunali, degli assessori e di tutta l’amministrazione, tuttavia ha anche esortato alla libertà di scelte e di azione che il Pd deve avere prendendo anche posizioni di distinguo”.

- Pubblicità a pagamento -