“Utilizzare la violenza non è mai un gesto d’amore”, il messaggio di quattro avvocatesse alla città

“Utilizzare la violenza non è mai un gesto d’amore”, il messaggio di quattro avvocatesse alla città

Nelle foto: in alto (da sinistra) Dott.ssa Aurora Cataudella e Dott.ssa Valentina Ognibene; in basso (da sinistra) Dott.ssa Angela Giunta e Dott.ssa Monia Albino

“Utilizzare la violenza contro una donna non è MAI un gesto di amore, è una mancanza di rispetto, è un campanello d’allarme, è sintomo di un senso d’inferiorità da parte dell’aggressore che sfrutta la sua potenza fisica pensando così di riequilibrare i ruoli. Da donna e soprattutto da Avvocato mi rendo conto quanto sia essenziale tutelare le vittime di violenza facendole sentire “al sicuro”, capite e supportate nel loro cammino di riscoperta della propria identità, dando loro oltre l’appoggio legale anche quello emozionale e materiale per poter curare quelle ferite invisibili che si porteranno dietro per sempre”, afferma l’avv. Monia Albino che per ricordare la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne ha voluto coinvolgere alcune colleghe sul tema.

“Il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Siracusa è da sempre impegnato in prima linea nella lotta alla violenza di genere, anche attraverso il prezioso impegno del Comitato Pari Opportunità. Stiamo lavorando all’elaborazione di un protocollo congiunto in materia di codice rosso, proprio al fine di individuare, di intesa con il Tribunale e la Procura, linee guida operative per la cooperazione ed il coordinamento delle attività di prevenzione e di contrasto in materia di violenza di genere. Occorre l’impegno sinergico di tutti i soggetti coinvolti attraverso un approccio multidisciplinare e coordinato che metta al centro la vittima e i suoi bisogni, e che, nell’imprescindibile e rigoroso rispetto dei principi del giusto processo, assicuri interventi tempestivi, sotto il duplice profilo di protezione delle vittime e di riparazione per i gravi pregiudizi loro inferti, e che sappia garantire il sostegno di cui le stesse necessitano, a fronte di forme di violenza che non sono solo fisiche, psicologiche e verbali, ma passano anche, purtroppo, attraverso forme di violenza economica, e che in ogni loro declinazione debbono essere combattute e condannate con forza”, dichiara l’Avv. Angela Giunta, Segretario del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Siracusa.

Continua l’Avv. Albino: “Con la le legge denominata “Codice rosso”, il legislatore ha cercato di inasprire le pene, velocizzare l’iter burocratico e disciplinare alcuni reati facendoli rientrare in questo ambito, manca tutto l’aspetto emotivo, psicologico e di supporto alle vittime. Dobbiamo renderci conto che il femminicidio è solo l’atto conclusivo di anni di violenze, soprusi, frustrazioni, in cui la donna muore pian piano, soggiogata prima psicologicamente e poi fisicamente, annientata nella sua identità, con la paura e l’incapacità di reagire, a volte convinta di essere responsabile di tali azioni o di meritarle quasi a voler giustificare il proprio carnefice dotato di una spiccata arte di persuasione. Per fortuna a tanta violenza sommersa a volte fa da contrappeso chi invece trova il coraggio di denunciare”.

“Nella nostra realtà, Rosolini, si inizia a percepire una ventata di cambiamento, le donne iniziano a denunciare e come riscontro ricevono supporto dalle forze dell’ordine. Il nostro studio è da sempre impegnato alla lotta alla violenza di genere, cercando di dare voce alle varie forme di maltrattamento e violenze fisiche e psicologiche subite dalle donne. Molte delle donne che assistiamo definiscono i carabinieri della nostra locale stazione “angeli custodi”, pronti sempre a rispondere alle loro richieste di aiuto, in qualsiasi ora del giorno e della notte. L’auspicio è la realizzazione di un’offerta di servizi di supporto alle donne vittime di violenza, con il duplice obiettivo di pervenire ad un quadro conoscitivo analitico quanti-qualitativo del sistema di supporto alle vittime e di definire la “filiera ottimale dei servizi” di prevenzione, accoglienza, recupero e reinserimento” concludono l’Avv. Aurora Cataudella e la Dott.ssa Valentina Ognibene.

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )