Vittime delle aste giudiziarie, Gennuso presenta un disegno di legge all’Ars

458
Il deputato regionale Giuseppe Gennuso
- Pubblicità a pagamento -

“Manifestare, protestare, fare sit-in, contro le Aste giudiziarie a prezzo vile, può sensibilizzare l’opinione pubblica, ma serve, però un sostegno alle vittime”.

Ed è proprio per i cittadini, le aziende, le società in gravi difficoltà finanziarie, che il deputato all’Ars degli “Autonomisti”, Giuseppe Gennuso, presenterà un disegno di legge all’Assemblea regionale siciliana. Il parlamentare intende promuovere per il 2019 un Fondo di rotazione a sostegno delle vittime delle Aste giudiziarie e del prezzo vile.

“In questi ultimi anni nella Sicilia sud orientale ed in particolare nelle province di Ragusa e Siracusa -dice Gennuso- ho visto uomini, donne e anche bambini, costretti ad abbandonare le loro case con le lacrime agli occhi, perché messe all’asta giudiziaria. Dietro quelle mura, spesse volte, ci sono i risparmi ed i sacrifici di una vita. Ci sono persone che si sono tolte la vita per non essere riuscite a pagare il debito con le banche. In certi istituti di credito non c’è un briciolo di umanità, c’è soltanto la corsa al realizzo, magari attraverso la complicità di dirigenti, avvocati e commercialisti. E’ pure accaduto che immobili stimati per 100 mila euro sono stati venduti all’asta con un ribasso del 70 per cento. E dietro queste terribili storie, ci sono personaggi squallidi che si avvantaggiano delle sofferenze altrui. Ma non è solo il problema della casa. Molti immobili di società e di aziende sono finiti in questo circolo vizioso dell’asta giudiziaria, per l’impossibilità di non pagare i loro debiti dovuti alla mancata riscossione di crediti da parte della pubblica amministrazione”.

Ma come dovrebbe essere questa legge? “Innanzitutto dovrà essere rigorosa e dotata di un regolamento per evitare che i furbetti, che non mancano mai, ne possano approfittare. Serve un regolamento di attuazione che deve essere adottato con un decreto interassessoriale tra l’assessorato all’Economia e quello alla Famiglia e vagliato caso per caso. Questo ddl -conclude Gennuso- lo presenterò alla prima seduta utile dell’Ars”.

 

fonte comunicato stampa on. Gennuso

- Pubblicità -