Spadola spara a zero contro Mingo e l’amministrazione: “Non sanno cos’è la...

Spadola spara a zero contro Mingo e l’amministrazione: “Non sanno cos’è la riconoscenza”

2122
0
SHARE
Il consigliere comunale Giovanni Spadola

“L’ingegnere Corrado Mingo quanto sta uscendo di propria tasca per sistemare l’illuminazione di via Santa Alessandra? Il sindaco Corrado Calvo quanto sta uscendo di propria tasca per sistemare l’illuminazione di via Santa Alessandra, che tra l’altro sarà istallata anche davanti la sua casa? Ed il vice sindaco quando sta uscendo per realizzare quell’illuminazione che passerà davanti a una attività della sua famiglia? Non vorrei che qualcuno si faccia bello con i soldi degli altri perchè i veri finanziatori di quest’opera sono i cittadini che pagano le tasse”.

Il consigliere Giovanni Spadola interviene prontamente dopo la precisazione dell’Ingegnere Capo del Comune di Rosolini, Corrado Mingo sull’illuminazione in via Santa Alessandra, un progetto che finalmente vedrà “la luce” per interessamento dell’Amministrazione comunale che ha varato un progetto di 94 mila euro e che arriva dopo anni di richieste e di raccolte firme da parte dei residenti della zona. Un progetto nel quale è stato inserito anche la donazione di 23 pali da parte del centro commerciale L’Eremo, dal costo di 4 mila euro.

“Come mai l’ingegnere Mingo -dice Spadola-, si è “svegliato” proprio adesso emettendo un comunicato stampa dal tenore politico? Da chi è stato sollecitato? Voglio premettere che quello che dice è tutto corretto, per carità, ma salta subito all’occhio un particolare che non è nel suo stile: si è dimenticato della “riconoscenza”. Ma si sa, in questi ultimi cinque anni la riconoscenza non ha mai albergato nei cuori di questi Amministratori che hanno sempre preferito “l’io” al “noi”. La cosa più bella in questa vicenda è che finalmente questa zona sarà rivalutata, una zona in cui, inutile negarlo, insiste il centro commerciale “L’Eremo” della mia famiglia. Ed è per questo che, quando abbiamo saputo del progetto del Comune, abbiamo prontamente donato 23 pali (E’ vero sono solo i pali), per un valore di 4 mila euro. Chiedo scusa all’ingegnere Mingo se questa donazione è stata poca. Forse si attendeva qualcosa di più? Sta di fatto che da anni che ci battiamo per portare la luce in questa strada, teatro fino a qualche giorno fa di incidenti gravi. Ed è per questo che guardiamo oltre a queste prese di posizioni dettate forse dal rancore di qualcuno che si è visto lasciato solo nella sua azione amministrativa proprio stamattina, quando ho deciso di abbandonare questo modo di fare, questa amministrazione che non sa apprezzare i gesti spontanei verso la città, gesti anche piccoli ma fatti con il cuore, e pensa spesso e volentieri a farsi bella con il lavoro degli altri. E questo comunicato dell’ingegnere Mingo non fa che rafforzare questa mia decisione. La strada che ho intrapreso è quella giusta e lotteremo arduamente per cambiare il modo di pensare e fare politica in città”.

Nessun commento

Lascia un commento