Cimitero “vietato” a Città Verde, l’assessore Floriddia: “Convenzione revocata come avevano chiesto”

1924
- Pubblicità a pagamento -

Questa mattina i volontari di Città Verde erano pronti con il decespugliatore per iniziare i lavori di scerbatura del cimitero, ma arrivati all’ingresso hanno trovato “l’Alt” da parte dell’assessore al Verde Pubblico, Tonino Floriddia: “Siete liberi di entrare per andare a trovare i vostri cari, ma non potete effettuare più lavori. La convenzione è stata revocata così come avete chiesto”.

Pubblicità a Pagamento

In pratica i volontari di Città Verde non hanno più l’autorizzazione necessaria che prima gli era conferita dalla convenzione.

“Ci scusiamo con la cittadinanza se non possiamo completare i lavori all’interno del cimitero comunale -dice il presidente Zocco-, lavori che volevamo effettuare a nostre spese come regalo alla città e nello stesso tempo facendo risparmiare l’Ente in questo periodo di dissesto finanziario”.

L’amministrazione sta trovando misure alternative: “I cittadini stiano tranquilli -conclude l’assessore Floriddia-, che a breve i lavori proseguiranno. Da parte nostra pensiamo di esserci comportati benissimo nei confronti dell’associazione “Città Verde”, ma purtroppo la convenzione ha avuto questo epilogo, e non per colpa nostra. Zocco deve capire che non può basarsi sugli umori giornalieri un rapporto con un Ente Pubblico. Tra l’altro non potremo neanche utilizzare i fondi restituiti dall’associazione in quanto sono andati a finire in un capitolo diverso”.

- Pubblicità a pagamento -