“La lama sottile dell’amore”, presentato il terzo romanzo del prof. Corrado Calvo

159
Il prof. Corrado Calvo con il suo terzo romanzo "La lama sottile dell'amore"
- Pubblicità a pagamento -

Cine teatro di Santa Caterina stracolmo di gente per la presentazione del nuovo romanzo del prof. Corrado Calvo dal titolo “La lama sottile dell’amore”, un titolo che incuriosisce, una copertina accattivante per una storia d’amore coinvolgente e piena di “consapevolezza”. Una trama ricca di personaggi e che tocca diverse tematiche tra cui il rapporto con i migranti, il rapporto tra genitori e figli e il rapporto tra amico e amica,

Pubblicità a Pagamento

L’evento. organizzato da Cultura e Dintorni, associazione di cui Corrado Calvo è presidente, con la collaborazione di East Sicily e il patrocinio del Comune di Rosolini, è stata moderata dal prof. Giuseppe Blandino, e ha visto l’intervento dello scrittore Corrado Di Pietro nonché le musiche del duo Colombo-Poidomani e le letture di Silvana Scrofani.

“Anche in questo romanzo tutto ruota attorno ad una storia d’amore -dice il prof. Calvo-. L’amore è il legame più importante e nei miei romanzi scandaglio il rapporto dell’io con l’altro in tutte le sue direzioni e nelle varie prospettive. Nel primo romanzo, “La Relazione”, Antonio non vuole scegliere, pensa che tutto possa scivolargli addosso, ma la non scelta sarà di per sé una scelta. Nel secondo romanzo “Nel nome del padre”, i protagonisti danno una prova di coraggio, specialmente Giorgio che andando contro tutte le convenzioni fa una scelta che lo legherà per sempre. “La lama sottile dell’amore” è invece il romanzo della consapevolezza. I due protagonisti Geltrude e Carmine, dopo tante peripezie guarderanno dentro se stessi e andranno oltre le convenzioni e faranno una scelta d’amore. In questo romanzo agiscono un ventaglio di personaggi e vengono toccati tematiche attuali come il rapporto con gli immigrati, il rapporto tra genitori e figli, tra amico e amica. Un libro di speranza che testimonia che non è vero che tutti i valori si stanno perdendo ma che si possono recuperare per nutrire una speranza in un cambiamento migliore”.

- Pubblicità a pagamento -