Pachino, il candidato sindaco Spiraglia: “Serve impegno serio per la crescita dell’agricoltura”

Pachino, il candidato sindaco Spiraglia: “Serve impegno serio per la crescita dell’agricoltura”

Fonte: Comunicato Stampa Città in Movimenti

“Serve un impegno serio per la crescita e lo sviluppo dell’Agricoltura a Pachino. Il Movimento la ‘ Città in Movimenti’ intende risolvere una serie di criticità che rischiano di dare un colpo mortale al settore”. Sono le parole di Alfredo Spiraglia, candidato a sindaco alle prossime amministrative a Pachino che insieme alla sua squadra sta lavorando al programma di governo. “L’Agricoltura è tra le priorità della ‘Città in Movimenti’ perché questo comparto deve tornare ad essere il fiore all’occhiello di Pachino”.

“In passato c’è stata tanta ricchezza e benessere fra i produttori serricoli, oggi vivono un momento difficile, strangolati dai debiti, qualcuno ha perduto anche la casa di proprietà ed altri beni messi in pegno per avere liquidità. Sono pochi a fare affari e questo a Pachino lo sanno tutti. Così crediamo che serva un intervento pubblico di indirizzo”.
Per Alfredo Spiraglia che ha ben chiaro il progetto per una Pachino del futuro, “non si può rimanere impassibili e inermi”. “Bisogna avere il “Mercuriale dei Prezzi” nella Casa comunale. Significa un listino dei prezzi della merce, così come avviene, oggi, al mercato dell’ortofrutta di Vittoria. Conoscere giorno per giorno i prezzi, delle varie qualità di pomodoro, del cantalupo, delle angurie, delle zucchine e di tutto quanto si produce per evitare speculazioni.

Questa è una forma di garanzia di trasparenza per i produttori. “La Città in Movimenti” guarda con interesse pure al Consorzio del Pomodorino IGP di Pachino.
“ Ci sono fondi comunitari, contributi pubblici nazionali e regionali, ma l’amministrazione Comunale è fuori dalle decisioni che vengono prese da quanti dovrebbero rappresentare l’intera filiera. Allora – prosegue Spiraglia – è legittimo chiedere un rappresentante dell’Ente Comune nel Cda del Consorzio e dare più voce ai produttori”.
Il Movimento politico, parla anche di riqualificazione, messa in sicurezza, ampliamento e servizi moderni del mercato all’ingrosso di contrada Pianetti. “Bisogna mettere ordine, ampliare l’area e riassegnare i nuovi box con procedure limpide e trasparenti. Il mercato all’ingrosso di Pachino non può e non deve essere terra di nessuno”. La ‘ Città in Movimenti ‘intende inoltre mettere in Bilancio due Fondi di Rischio in convenzione con Istituti bancari e Consorzi Fidi: uno per aiutare le piccole aziende, società o cooperative che siano in gravi difficoltà economiche ed un altro per eventuali calamità naturali.
“In quest’ultimo caso – afferma Spiraglia – non possiamo avere la presunzione di sostituirci alla Regione siciliana o allo Stato, ma il fondo serve per affrontare le spese della prima emergenza. C’è anche la nostra volontà di sostenere un’agricoltura ecosostenibile che sia vantaggiosa per i produttori e nel rispetto dell’ambiente e che migliori le qualità della vita di quanti scelgono di lavorare in campagna.

Per mettere in atto questi buoni propositi – afferma ancora Spiraglia – serve il potenziamento dell’ufficio di Collocamento e della Condotta Agraria. Indispensabile è l’intervento pubblico per le aziende in occasioni di Fiere Nazionale ed Internazionali. Dobbiamo favorire la nascita di sinergie proattive tra le aziende del comparto turistico e le aziende agricole soprattutto nella viticultura per un turismo di qualità che favorisca anche percorsi enogastronomici e di degustazione durante tutto l’anno. Infine, creare i presupposti per fondare un Osservatorio per l’Agricoltura Sociale: favorendo il monitoraggio dei mercati e delle materie prime, l’organizzazione aziendale , la formazione, il sostegno e lo sviluppo tecnologico e di utilizzazione delle tecniche agronomiche migliori con la partecipazione di tutti gli stakeholders coinvolti. Invitiamo gli imprenditori “illuminati” , ed in tanti parteciperanno a questa competizione elettorale a non perseguire solamente “ il profitto ad ogni costo” ma a puntare, anche, ad uno sviluppo armonioso del settore per favorire un tenore di vita equo alla popolazione agricola con l’introduzione di prezzi minimi garantiti dei prodotti. Nascita di un ruolo sociale degli imprenditori.
Dobbiamo essere pronti a dimostrare con i fatti che produciamo eccellenze agricole e non. Non pretendiamo di avere la bacchetta magica e chiediamo ai cittadini liberi di Pachino di offrirci il loro contributo fatto con suggerimenti e iniziative pro agricoltura. Una cosa è certa: noi non lavoriamo al libro dei sogni ma ad una società giusta”.

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )