Presunte tangenti Autostrada: il Sindaco Calvo chiede incontro con il CAS

216
- Pubblicità -

Il Sindaco chiede la convocazione immediata dell’Assemblea del Consorzio Autostrade Siciliane

- Pubblicità -

A seguito delle recenti notizie di cronaca che hanno interessato 6 persone con il relativo loro arresto da parte del Gip di Messina, nell’ambito di una inchiesta che ha ad oggetto una presunta tangente per i lavori di realizzazione di tre lotti del tratto Rosolini – Modica dell’autostrada Siracusa-Gela, il Sindaco Corrado Calvo, quale legale rappresentante del Comune di Rosolini, socio del Consorzio Autostrade Siciliane, ha chiesto l’immediata convocazione dell’Assemblee dei Soci.

In qualità di membro dell’Assemblea del Consorzio – afferma il Sindaco Corrado Calvo – alla luce dell’inchiesta condotta dal Gip di Messina circa una presunta tangente per i lavori di realizzazione di tre lotti, del tratto Rosolini – Modica dell’autostrada Siracusa – Gela e che ha portato all’arresto di 6 persone coinvolte a vario titolo, chiedo al Presidente la convocazione immediata dell’Assemblea dei soci. Ci troviamo di fronte ad una situazione  di estrema gravità che stride fortemente con lo stallo dei lavori nel  tratto Rosolini – Modica dell’autostrada Siracusa – Gela. Occorre scongiurare in blocco, sine die, dei lavori e porre in essere ogni provvedimento utile a conseguire il completamento dei lotti interessati in tempi brevi, evitando che quanto accaduto possa interferire con il prosieguo dei lavori stessi. Non possiamo – conclude Calvo – non tenere conto che in questi cantieri vi sono interessate decine di imprese che già a causa del blocco dei lavori hanno subito  gravi danni economici e vi sono, altresì, centinaia di lavoratori che sono stati licenziati e messa a dura prova la tenuta sociale per il clima di tensione che si è venuto a determinare”.

 

 

- Pubblicità -