“Ritirate quella sanzione”, l’Istituto “De Cillis” in difesa della professoressa palermitana sospesa 

987
La professoressa Rosa Maria Dell'Aria
- Pubblicità a pagamento -

Pubblichiamo una nota del collegio dei docenti dell’istituto Comprensivo “De Cillis” in difesa della professoressa Rosa Maria Dell’Aria, punita con 15 giorni di sospensione per non aver censurato un lavoro dei propri studenti sulla Giornata della Memoria.

Pubblicità a Pagamento

Ecco il testo integrale: “Il collegio dei docenti dell’Istituto Comprensivo “De Cillis” di Rosolini, esprime la propria vicinanza e solidarietà alla collega Rosa Maria Dell’Aria, punita con un sospensione di 15 giorni dal Provveditorato di Palermo per non aver censurato la libertà di espressione dei propri studenti.

In occasione della Giornata della Memoria, gli alunni della Professoressa palermitana avevano prodotto un lavoro multimediale nel quale accostavano la violazione dei diritti umani delle leggi razziali con le limitazioni prodotte dall’attuale “Decreto sicurezza” sulle vite dei migranti.

Come Insegnanti crediamo che l’insegnamento abbia come finalità principale quella di creare coscienze critiche e libere che sappiano comprendere il passato, il presente, la loro stessa vita con riflessioni operate mediante l’esercizio della ragione. Nessun ostacolo, nessuna censura possono e devono reprimere l’azione e il libero pensiero degli studenti e dei docenti. È un principio garantito dalla Costituzione Italiana.

Chiediamo, pertanto, il ritiro immediato della sanzione inflitta alla collega in quanto riteniamo che la scuola pubblica statale sia da difendere nel suo essere una delle principali istituzioni garanti della libertà dei futuri cittadini”.

Rosolini 20 maggio 2019

I docenti del Collegio Docenti dell’Istituto Comprensivo “De Cillis” di Rosolini

- Pubblicità a pagamento -