Si insedia il Comitato Street Art e lancia il bando; adesioni entro il 31 Maggio

281
- Pubblicità a pagamento -

 Dopo l’approvazione da parte della Giunta Comunale, su proposta dell’Assessore ai LL.PP. Carmelo Di Stefano, delle linee guida del progetto “Street Art Rosolini”, si passa alla fase realizzativa. Infatti, è stato reso noto il bando ufficiale per le adesioni – con scadenza il 31 maggio- (pubblicato sul sito istituzionale del Comune www.comune.rosolini.sr.it e nella pagina facebook “Street Art Rosolini”) attraverso il quale vengono disciplinate le varie fasi  che avranno il loro clou in una manifestazione che si svolgerà in Città dal 20 al 22 settembre prossimo.  Ad occuparsi  dell’intera organizzazione dell’evento, della selezione degli artisti che invieranno adesione e di tutte le attività organizzative strettamente legate ai vari appuntamenti, un apposito Comitato, denonimato “Comitato Street Art Rosolini” composto da  5 membri: due praticanti giornalisti, due artisti locali e un architetto nella persona del Presidente dell’Ordine degli Architetti di Siracusa che ha patrocinato l’evento.

Pubblicità a Pagamento

Nel bando ufficiale vengono inoltre stabilite le varie tappe,  le scadenze e le modalità di partecipazione a cui devono attenersi gli artisti.

L’Assessore Carmelo Di Stefano, ideatore e promotore del progetto Street Art

 

“L’iniziativa – afferma l’Assessore Carmelo Di Stefano –fa parte degli eventi organizzati da questa Amministrazione Comunale, attraverso un vero lavoro di squadra, per promuovere nuove strategie  per la promozione del territorio e trasformare le nostre potenzialità in una grande opportunità.  Rosolini, come altri  piccoli centri , sono testimonianza di processi di trasformazione che hanno investito numerose città siciliane almeno negli ultimi 50 anni. Città che hanno progressivamente perso il senso della loro ragione fondativa. Città nelle quali spazi pubblici popolati, aree storiche vissute, comparti artigianali laboriosi, hanno lasciato spazio a veri e propri“Paesaggi dell’abbandono”. Le ragioni di questi processi sono da ricercare in una molteplicità di fattori concorrenti: lo spopolamento dei centri storici, la crescita di numerosi poli commerciali a scapito delle attività di vicinato, l’insorgere di nuove popolazioni a favore di una città sempre più meticcia, il forte calo demografico e l’invecchiamento della popolazione, l’avanzare di nuovi modelli sociali ecc. Di fronte a questo scenario – prosegue Di Stefano – l’evento che abbiamo promosso denominato “LA CITTA’ CHE VERRA’ “, si pone come uno strumento culturale in grado di avviare un processo di rigenerazione urbana”. 

Il progetto Street Art, come sopra accennato, ha ricevuto il Patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Siracusa, il cui Direttivo nell’ambito delle varie iniziative in programma, ha deciso di promuovere un congresso sulla rivalutazione urbana offrendo la possibilità a tutti i professionisti iscritti ai vari Ordini tecnici professionali che vi parteciperanno, di acquisire 4 crediti formativi. 

In quest’ottica– conclude Di Stefano – sono certo  che cultura, arte e turismo possono costituire un mix vincente per un nuovo percorso di crescita per la rivitalizzazione del nostro centro storico

  Il Responsabile Ufficio Stampa

                         Giuseppe Lorefice

- Pubblicità a pagamento -