Simone Nastasi, un “genio” rosolinese alle finali di “Matematica”

2279
- Pubblicità a pagamento -

Ha partecipato con successo alla finale di area dei giochi matematici che si è svolta a Floridia il 15 marzo scorso e adesso dovrà partecipare alle finali regionali che si svolgeranno a Palermo. Simone Nastasi è il piccolo “genio” dell’Istituto Comprensivo D’Amico che è stato festeggiato da tutto l’istituto per il traguardo raggiunto.

Pubblichiamo di seguito un articolo dei compagni che hanno sostenuto Simone con il motto “Vai e vinci”.

L’ I.C. “F. D’Amico di Rosolini partecipa ai Giochi matematici del Mediterraneo
Da un motto nato in classe “Vai e vinci” alla realtà.

Qualche giorno fa, nella nostra classe 3ª A della scuola secondaria di primo grado si augurava buona fortuna al nostro compagno Simone Nastasi, ripetendo spesso la frase “Vai e vinci”. Questo perché molti ragazzi del nostro Istituto hanno partecipato ai giochi matematici del Mediterraneo, insieme agli alunni della scuola primaria.

Questi studenti hanno affrontato lezioni di allenamento nelle ore pomeridiane e hanno partecipato a diverse selezioni, così alcuni di loro si sono classificati per la finale di area a Floridia.
Simone, era tra questi, perciò si preparava per andare a sostenere la gara del 15 Marzo e noi, in classe, potevamo contribuire con il nostro sostegno e gli dicevamo continuamente: “Simone vai e vinci”. Questo motto ha portato bene al nostro compagno di classe che ha sbaragliato un bel po’ di concorrenti ed è arrivato primo.

Certo, non è stata questa frase scaramantica a far vincere Simone, poiché lui è un nostro compagno ormai da tre anni e conosciamo bene le sue capacità, sappiamo come risponde subito alle domande di matematica, anticipando tutti con intuito, logica e sicurezza, sappiamo che a lui tutto risulta sempre: espressioni, problemi… poi è bravo in informatica e capisce subito di tutto, siamo anche fortunati ad averlo in classe, perché spesso ci aiuta con i compiti.
Ancora non è finita Caro Simone, ti aspetta l’ultima gara, cioè la finale a Palermo, noi siamo orgogliosi di essere tuoi compagni e ti auguriamo, insieme ai nostri professori, nuovamente “Vai e vinci”.
Naike Massa, Francesca Di Mari, Noemi Cannata

- Pubblicità -