Un gazebo per proteggere la statua del Sacro Cuore. Città Verde: “Se ci aiutate non ci fermeremo”

746
- Pubblicità a pagamento -

Si riconoscono le aree pubbliche in cui opera l’associazione “Città Verde”; si riconoscono per il perfetto decoro urbano,frutto della passione e della totale dedizione del Presidente Giorgio Zocco. La sua determinazione non ha freni e mentre aveva annunciato di voler “gettare la spugna”, in questi giorni ha invece operato assieme ai suoi volontari per proteggere letteralmente la statua del Sacro Cuore situata sulla rotatoria di via Paolo Orsi, all’altezza di via Eloro. E’ stato innalzato uno splendido gazebo in legno come copertura, perchè prevenire è meglio che curare, perchè è inutile creare se poi non si riesce a vigilare e proteggere quello che è stato realizzato. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza l’aiuto di ditte e privati che non solo sono state da stimolo per l’associazione ma hanno anche contribuito economicamente.

Se ci aiutate non ci fermeremo“- ha dichiarato Giorgio Zocco, fiero del lavoro svolto dai suoi volontari – “quando ricevo contributi non riesco a trattenere il desiderio di incrementare il decoro della nostra Rosolini“. Non si limita con i ringraziamenti ,sentiti e veri, nei confronti del cittadino che ha lanciato l’imput per la creazione, della “GECO” di Gennuso e “Autoricambi Petriglieri” che hanno giocato il ruolo di sponsor maggiori e di tutti quei piccoli commercianti e cittadini che in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo hanno avuto il coraggio di contribuire,consapevoli di aver speso per il bene della nostra Rosolini. Senza di loro quest’opera non sarebbe esistita.

Manca ,adesso,solo la grondaia che verrà installata dalla ditta P&P Gronda nei prossimi giorni e il lavoro è ultimato.

L’interesse dei cittadini è per noi al primo posto e ringraziamo inoltre per l’immensa collaborazione e disponibilità l’ ALD Group SRL e il Vice Sindaco Spadola” ha continuato Zocco e si è abbandonato in seguito alla constatazione che gli sta più a cuore:

Noi non molliamo, abbiamo dimostrato di essere un’associazione attiva il cui scopo non è arricchirsi con i contributi dei cittadini ma unirsi,tutti insieme, per dimostrare che qualcosa di bello possiamo ancora crearla e noi ,insieme a tutti quelli che fino ad ora hanno contribuito ,lo abbiamo fatto” -conclude.

Si congratula inoltre con il “Vivaio Gennuso” per aver dato grinta alla vicina rotonda:-“Mi sento vicino all’azienda e mi congratulo sempre quando vengono realizzate delle belle opere”-.

La forza per Zocco e per i suoi volontari arriva dai cittadini e se è vero che con le tasse che versiamo il decoro urbano dovrebbe rappresentare “il minimo concessoci”, purtroppo sappiamo bene che non è così . E perché non continuare ad unirsi e ad affidare una minima parte dei nostri guadagni ad un’associazione che si spende davvero per il bene e per il bello del paese? Contribuire al lavoro lodevole di “Città Verde” non vuol dire farlo alla cieca,anzi, abbiamo testato la loro passione e la loro estrema determinazione che fino ad ora ci rendono orgogliosi.

- Pubblicità -