Rifiuti, interviene il Sindaco: “Di Rosolini, le sue denunce non aiutano la città. Faccia i nomi o taccia”

1267
- Pubblicità a pagamento -

E’ il testo della nota stampa giuntaci dal Primo Cittadino Incatasciato che ci tiene a fare chiarezza sul marasma creato in tema di raccolta rifiuti. A parlare, per il Sindaco, i dati numerici di una percentuale di differenziata che continua a salire e soprattutto la collaborazione con tanti  cittadini che hanno già ben inteso che il territorio deturpato è frutto di pochi balordi e non di una cattiva gestione, per cui la collaborazione tra cittadini e amministrazione è alta. Attacca poi, il Consigliere Di Rosolini che “per il ruolo istituzionale rivestito non dovrebbe abbandonarsi a velate denunce ma, per il bene del paese, dovrebbe cominciare a fare nomi”.

Di seguito il testo:

“Bando alle chiacchiere e alla strumentalizzazione politica! La differenziata sta dando i suoi buoni frutti da quando il servizio di raccolta è stata rinnovato e questo certamente anche grazie alla straordinaria collaborazione dei cittadini che, non solo adempiono per la grande parte alla differenziazione, ma oggi collaborano attivamente con l’amministrazione individuando soluzioni condivise per il miglioramento del servizio e denunciano apertamente gli abusi dei balordi che abbandonando i rifiuti per strada. I dati sono sotto gli occhi di tutti e si sintetizzano nell’ultimo rilevamento utile che riporta al 55% di differenziata e degli ottimi ricavi dalla differenziazione di plastica, carta, cartone, metalli e vetro. E allora consigliere Di Rosolini perché non consulta i dati ufficiali e non dice la verità invece di lanciare infondate quanto vili denunce a chi mi collabora costantemente e vigila sul comparto. Sottolinea un disservizio ultimo nato a causa di uno sciopero strumentale che interviene nonostante gli estremi sforzi dell’amministrazione nel pagare il servizio. E anche di questo i documenti parlano.

Pubblicità a Pagamento

Non accettiamo più velate denunce che pretendiamo, visto il suo ruolo istituzionale, siano circostanziate e nominative così da risalire alle eventuali responsabilità del caso, oppure taccia perché alla città non servono invettive e mezze parole, ma quella collaborazione che abbiamo compreso che non vuole prestare dedito dal primo momento ad una rancorosa e feroce opposizione che comprendiamo discenda dalla sonora sconfitta elettorale. Noi continuiamo a lavorare per la città con la dedizione e passione di sempre e anche a corto di risorse, manteniamo in vita i servizi come quello della raccolta rifiuti che abbiamo ereditato con ben 900.000,00 di debiti, istituito nel 2012 da un ordinanza senza data di scadenza e affidato ad una ditta destinataria di tutte le vicessitudini che sono conseguite nell’immediatezza del nostro insediamento. Questa amministrazione ha affrontato ogni difficoltà con determinazione e professionalità, grazie anche alla preziosa collaborazione del responsabile del settore e per questo ci piace ricordare che abbiamo ereditato la raccota differenziata al 14% e ad oggi, grazie anche ai sacrifici dei cittadini, è al 55% .

- Pubblicità a pagamento -